Di Rosy Speranza

A pochi settimane dalla fine dell’importantissima competizione Europea, tra Liverpool e Chelsea, vinta ai rigori dalla prima nominata, l’opinione pubblica continua a commentare l’arbitraggio più che la partita in se.

Il match che ha assegnato la Supercoppa al Liverpool e’ stato diretto per la prima volta nella storia della competizione sportiva,  da una donna.

Stephanie Frappart, è una ragazza semplice, forte e determinata, che ha preso tutte le decisioni con serenità.

Nonostante un numerosissimo pubblico e delle situazioni tecniche molto rilevanti, non si è lasciata condizionare o prendere dall’emozione. Il calcio di rigore, da lei assegnato, con la massima convinzione, ha determinato il paraggio, ed ha determinato i tiri di rigore.

Una partita maschia, giocata molto velocemente e caratterizzata dal forte caldo di Instabul, ma la Frappart non ha problemi atletici di nessun tipo correndo al pari di un uomo e superando di gran lunga il tempo ottimale dei test atletici richiesti per la categoria.

La terna tutta femminile ha visto svolgere un ottimo lavoro anche alle due assistenti : Manuela Nicolosi (Francia) e Michelle O’Neal (Repubblica d’Irlanda) che, come lei, hanno arbitrato la finale dei mondiali femminili del 7 luglio.

L’opinione pubblica è tutta d’accordo, la decisione di Rosetti è stata eccellente e la prestazione delle divise gialle, impeccabile! Per questo  ora piu’ che mai, si chiede e si desidera una donna  nella massima serie Italiana.

Le donne sono più precise degli uomini! Queste sono le ultime dichiarazioni dominanti, di una recente indagine settoriale.

I dirigenti, i calciatori e persino i tifosi,  si amareggiano che fino ad oggi non ci siano state altri esempi del gentil sesso, nei massimi campionati.  E’ la persona che vale e non il sesso e negare l’accesso a tante ragazze e’ stata una vera e propria perdita in termini di qualità.

Ora che anche il calcio femminile sta raccogliendo successi, non resta che aspettare e sperare che una fascia di mercato sempre più ampia possa interessarsi di più, aumentando investimenti ed introiti nel settore rosa, facendo  d’esempio a tutti gli altri contesti della vita, dove ancora conta la  differenza tra chi porta i pantalone e chi le gonne.

 

Potrebbe interessarti

Sanremo 2021: Omaggio a Lucio Dalla

La terza serata del festival di Sanremo2021, viene aperta dai Negroamaro con un omaggio al…