di Domenico Oione

In seguito all’annullamento della 134^ manifestazione Championship, entreranno nelle casse dell’All England Club, più di 100 milioni di euro. Questo grazie alla clausola di assicurazione proprio in virtù di annullamento della stessa in caso di pandemia virale.

Il perché della clausola

Fu voluta in occasione della scorsa pandemia di Sars, circolata nell’anno 2003 e Wimbledon è l’unica manifestazione ad avere questo tipo di clausola. Grazie a ciò, entrerà quindi un certo gruzzoletto che darà ossigeno alle casse. I costi che il torneo avrebbe dovuto affrontare per lo svolgimento, erano quantizzati in un totale di circa 50 milioni di euro.

Una piccola fetta

Nelle casse, quest’anno sarebbero entrati circa 260 milioni per far fronte ai costi di preparazione e svolgimento, che non dovranno essere affrontati.

Si ricorda che il torneo era in programma dal 29 giugno p.v., è stato annullato in data 1 aprile attraverso un accorato comunicato della stessa federazione: “è con grande rammarico che il consiglio principale dell’All England Club (AELTC) e il comitato di gestione dei campionati abbiano deciso oggi che i campionati 2020 saranno annullati a causa di problemi di salute pubblica legati all’epidemia di coronavirus”.

I 134th Championships saranno invece messi in scena dal 28 giugno all’11 luglio 2021. “Per noi viene prima di tutto la salute e la sicurezza di tutti coloro che lavorano per organizzare Wimbledon. Il pubblico nel Regno Unito e visitatori da tutto il mondo, i nostri giocatori, ospiti, membri, personale, volontari, partner, appaltatori e residenti locali – nonché la nostra più ampia responsabilità nei confronti degli sforzi della società per affrontare questa sfida globale al nostro modo di vivere”.

Potrebbe interessarti

Scuole Chiuse Campania: L’annuncio di DE LUCA

«Da lunedì chiudiamo tutte le scuole». Queste le parole del presidente della Regione Campa…