UWCL: Juventus – Chelsea 1-2

- Advertisement -

Non è riuscita l’impressa alla Juventus che tra le mura amiche dello Juventus Stadium, 20mila i presenti, cade contro il Chelsea, reduce dal pareggio contro il Wolfsburg. Montemurro recupera Girelli e Bonansea, assenti nelle ultime uscite, e cambia a centrocampo dove Rosucci prende il posto di Caruso. Le inglesi, invece, con Kerr e Kirtby dal primo minuto.

Non basta Bonansea, il Chelsea passa allo Stadium

Parte bene la Juventus che ci prova subito con Rosucci, ma la difesa ospite respinge, le blues rispondono con una bellissima ripartenza, ma la difesa bianconera è attenta. Al 18′ prima grande chance per la Juventus: cross di Ludorf per Boannsea, che di testa manda di poco alto sulla traversa. Alla mezz’ora la gara si sblocca con il Chelsea che passa in vantaggio: Cuthbert vince il duello in corsa con Boattin, che con un sinistro perfetto batte Peyraud Magnin sul primo palo. pronta reazione della formazione di casa con Hurtig che lanciata a rete  si fa recuperare da Carter e non riesce a calciare. Il pareggio per la formazione di Montemurro arriva al 37′: cross dalla mediana di Boattin che trova in area Boanansea che di prima intenzione calcia in porta. Esplode lo Stadium. Sul finire del primo tempo errore dell’estremo difensore bianconero che rilancia il pallone sul piede di Kerr con il pallone che esce di poco fuori. La ripresa si apre con le proteste della Juventus per un presunto fallo in area ai danni di Girelli. Al 60′ ospiti vicini al raddoppio con Reiten , che raccoglie un cross di Cuthbert, ma manda di un soffio a lato. Ci prova Cernonia per la Juventus, ma la sua conclusione termina fuori, sul ribaltamento opposto il Chelsea trova il raddoppio: tiro di Kerr, ribattuto da Salvai ma la palla arriva ad Harder che, da centro area non lascia scampo a Peyraud Magnin. A questo punto Montemurro inserisce Bonfantini e Lenzini, ma sono ancora le inglesi a rendersi pericolose con l’australiana Kerr, questa volta l’estremo difensore bianconero vola e devia in angolo. La Juventus, sembra spenta, ma Cernoia non demorde e in un’azione solitaria chiama alla deviazione in angolo Eriksson che sfiora anche l’autorete. Montemurro inserisce anche Caruso e Staskova per dar quella spinta in più alla manovra juventina, ma perde per infortunio Pedersen, speriamo nulla di grave per la danese. Nel finale la Juventus ci prova a strappare un punto, ci vanno vicine prima Staskova su punizione di Cernoia e poi Bonfantini, ma Berger è attenta e para salvando le sue. Dopo tre minuti di recupero il Chelsea porta a casa tre punti fondamentali salendo al primo posto a quattro punti insieme al Wolfsburg, prossima avversaria delle bianconere, che nel pomeriggio ha battuto il Servette.

Juventus Women Chelsea 1-2: risultato e tabellino

Reti: 31′ Cuthbert, 37′ Bonansea, 69′ Harder

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lundorf, Gama, Salvai (72′ Lenzini), Boattin; Rosucci (81′ Caruso), Pedersen (89′ Zamanian), Cernoia; Bonansea (72′ Bonfantini), Girelli (81′ Staskova), Hurtig. All. Montemurro. A disp. Aprile, Hyyrynen, Nilden, Giai, Beccari, Pfattner

Chelsea (3-4-3): Berger; Bright, Carter, Eriksson; Cuthbert (66′ Fleming), Leupolz, Ji (74′ Ingle), Reiten; Kirby (83′ Andersson), Kerr, Harder. All. Hayes. A disp. Musovic, Telford, Nouwen, England, Mjelde, Charles, Spence, Fox

Arbitro: Martincic (CRO)

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Calendario 2021-22: Serie A, Serie B, Serie C, Serie D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P