universiadi 2019

3 Luglio 2019! Data da incorniciare per Napoli che da il via ad uno deglie venti sportivi piu’ importanti al mondo, Le Universiadi. Quest’anno si festeggiano i 30 anni e la Campania e’ il luogo migliore per farlo, ricca di bellezze e storia storia, simbolo da sempre di ospitalita’. Una manifestazione che mette al centro del Mondo Napoli e gli altri capoluoghi di provincia dove si terranno le gare. L’iniziativa sara’ sicuramente la spinta giusta per potenziare il settore turistico e sociale. Tra gli spettatori da segnalare, il Presidente della Repubblica Mattarella in compagnia della piccola Noemi, sopravvissuta ad un attentato di camorra, il cardinale Sepe e  Aurelio De Laurentis.

Le universiadi

La manifestazione nata in Italia 60 anni fa e’ stata piu’ volte organizzata del nostro territorio con prevalenza nella citta’ di Torino ed ha  girato buona parte del globo come la fantastica  Tapej nel 2017. Dei nostri migliori atleti molte medaglie d’oro sono passate per questa competizione, tra cui, la star del pugilato-Patrizio Oliva, il campione di anelli-Juri Chechi, la campionessa mondiale di nuoto-Federica Pellegrini e il primatista dei 200m, imbattuto per tanti anni, Pietro Mennea.

In uno scenario fantastico, illuminato da un’unica luce che rappresenta il Vesuvio, ha inizio lo show.

La prima ad entrare e’ la sirena Partenope da cui, per leggenda, si narra sia nata Napoli. Partenope non riuscendo ad incantare Ulisse ando’ a morire tra le onde che oggi accarezzano il Castel dell’Ovo. Con il suo lungo strascico di sessanta metri, la sirena e’ rappresentata da Maria Felicia Carraturo, record del Mondo di apnea.

Inizia la parata ed in ordine alfabetico, si presentano al pubblico i 122 paesi  gareggianti, alcuni dei quali vestiti in modo da omaggiare Napoli.

Il Brasile indossa cappelli da chef che rappresentano la bonta’ culinaria e l’ Argentina alza al cielo la maglia N.10 del  giocatore di calcio piu’ forte mai esistito, Maradona,  attaccante a disposizionedel Napoli, ed ultimo, negli anni’90, ad aver fatto conquistare alla squadra della citta’, Scudetto e Coppa Europa. Si segguono numerosissime rappresentative, la Cina con 198 atleti, USA con 271 ed altre piccole piu’ piccole come il Kosowo, per la prima volta  ai giochi delle universita.’

Da segnalare e’ l’Arabia Saudita che per la prima volta partecipa anche con atlete, un gesto di uguaglianza dei diritti che si spera non finisca qui. C’e’ poi l’Etiopia ed alcune altre nazioni che sono attualmente in guerra  ma non possono perdere questo palcoscenico per lottare per il valore dei diritti umani e la pace.

Successivamente verra’ ricordato dal presidente della Fisu, Oleg Matytsin, che si gareggia per unire il Mondo nell’amore ed insegnare i veri valori umani ed il rispetto per tutti. Lo sport, deve essere un importante momento di condivisione, di unione e non di sfida.

A chiudere la parata, l’Italia,  nazione ospitante, che come vuole la tradizione dei giochi sia l’ultima a sfilare. Tra le righe ad indossare il tricolore ben  304 giovani.

Finalmente si puo’ portare la mano al cuore ed alzare la bandiera porta dall’oro delle paraolimpiadi di scherma, Beatrice Vio. L’accensione della fiaccola invece vede come protagonista finale, dopo una serie di passaggi di mano, Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli Calcio e N10 della nazionale italiana.

Tra gli ospiti, supportati da 500 allievi delle scuole di danza e 800 volontari, troviamo i rapper Anastacio e Livio Cori, il percussionista Tullio De Piscopo, la cantante Malika Ayane, l’attrice Aida Forte ed il tenore Andrea Bocelli accompagnato dal figlio.

Non resta che dare a tutti gli in bocca al lupo e Viva lo sport!

Potrebbe interessarti

UNIVERSIADI 2019: Italia in semifinale

È proprio il tre il numero perfetto! Tre le partite giocate dalla nazionale italiana di ca…