Di Raffaele Ciccarelli

Vince all’esordio nelle qualificazioni per Euro 2021 la nuova nazionale Under 21 di Paolo Nicolato, superando il Lussemburgo  a Castel di Sangro con un corposo cinque a zero.

Dopo il positivo test contro la Moldova, superata agevolmente per quattro a zero, questa nuova edizione degli azzurrini fa il suo debutto nel girone A delle qualificazioni all’Europeo di categoria che si svolgerà in Slovenia e Ungheria.

Avversario odierno non certo trascendentale il Lussemburgo ma, al di là del valore degli avversari, è l’atteggiamento positivo che bisogna tenere in campo a rendere facili o difficili certe partite. Per affrontare questo impegno, il nuovo Ct, rispetto all’amichevole contro la Moldova inserisce Plizzari in porta, Sala a sinistra e Locatelli a centrocampo, confermando tutti gli altri, anche il modulo, che però l’arrendevolezza degli avversari trasforma quasi subito in un 4-2-3-1, con Zaniolo tra le linee.

La partenza degli azzurrini è giusta, il problema poteva venire dallo scardinare il sistema tattico avversario, esclusivamente difensivo, dopo nove minuti il centrale Simon commette un fallo di mano in area, il conseguente rigore è trasformato da Locatelli. Il repentino vantaggio mette in discesa la partita dei ragazzi di Nicolato, i lussemburghesi hanno il merito di non disunirsi, ma capitolano ancora sul finire di frazione ancora su rigore trasformato da Kean, che aveva subito il fallo dall’altro centrale, Korac.

Nella ripresa gli azzurrini, consci di dover rendere più corposo il loro vantaggio sia per giustificare la netta superiorità, sia per avere una differenza reti migliore, discriminante che potrebbe servire in un girone che vede la Svezia come più probabile avversario, con Eire e Islanda momentaneamente prime, e con Armenia e Lussemburgo a completare il roster, continuano ad attaccare e completano la missione. Sono i neo entrati Sottil e Tumminello a calare il poker, Scamacca cala la manita per un successo forse scontato ma confortante per la mentalità messa in campo dai ragazzi. Prossimo appuntamento tra un mese in casa dell’Eire per continuare la corsa.

Italia (4-3-3): 1 Plizzari; 15 Del Prato, 5 Bastoni, 6 Marchizza 19 Sala (83’ 19 Tripaldelli); 10 Zaniolo (61’ 7 Frattesi), 6 Carraro, 8 Locatelli (76’ 23 Zanellato); 20 Kean (46’ 18 Sottil), 9 Pinamonti (61’ 17 Tumminello), 11 Scamacca. Ct: Nicolato

Lussemburgo (4-1-4-1): 12 Machado; 2 Brandeburger, 4 Simon, 16 Korac, 3 Held; 6 Dublin; 7 Schaus (88’ 13 Kuete), 9 Olesen, 10 Prudhomme (78’ 5 D’Anzico), 11 Tinelli (65’  15 Avdusinovic); 14 Muratovic (88’ 18 Curci). Ct: Cardoni

Arbitro: Kjaersgaard (Dan)

Ammoniti: 10’ Locatelli (Ita); 32’ Kean (Ita); 51’ Zaniolo (Ita); 68’ Held (Lus); 86’ Korac (Lus) 

Reti: 9’ Locatelli (Ita) rig; 37’ Kean (Ita) rig; 62’ Sottil (Ita); 68’ Tumminello (Ita); 77’ Scamacca (Ita)

 

Potrebbe interessarti

Giugliano, Sestile: “Mai avuto incontri, Agovino resta”

“Per me è come se la notizia non esistesse. Anzi, la notizia è infondata”. Salvatore Sesti…