internapoli

CIRO CARUSO-INTERNAPOLI 0-3

CIRO CARUSO: Di Matteo, Abbruzzese, Bisogni, Ciotola, De Rosa, Fabbricini, Landolfo, Morra, Montella, Adiletto, De Juliis.
All.: Tagliaferri

INTERNAPOLI: Scordino, Del Giudice, Maiorano, Cudemo, Piccirillo (9’ st Casaburi), Amato, Di Lorenzo, Stoppelli (20’ st De Crescenzo), Fierro (42’ st Ricco), Piscopo, Mennella.
All.: Passariello

MARCATORI: 10’st Amato, 20’st rig. e 22’st Piscopo

La cronaca

QUARTO. Cappotto netto ma faticato per l’Internapoli che vince in casa della Ciro Caruso per 3-0, facendo tutto nel secondo tempo.

Dopo il match senza testo contro la Cavese, la squadra allenata dal tecnico Passariello ritrova la vittoria e i tre punti contro una fisica Ciro Caruso, sulla quale ha impattato nella prima parte di gara, ma anche complice della poca concentrazione e precisione nella costruzione del gioco in fase offensiva, lasciando molto di intentato.

Poche emozioni nei primi quaranta giri di orologio da ambedue le parti, ma è l’Internapoli ad avere una tripla occasione in una di passare in vantaggio, iniziando con Piscopo che salta un avversario dalla sinistra e tira, trovando l’imposizione del portiere casalingo Di Matteo e quest’ultimo sventa prima l’assalto di Fierro sul pallone anticipandolo e poi neutralizza il tiro di Di Lorenzo, il quale tira rasoterra verso l’estremo difensore avversario e spreca l’occasione del vantaggio minimo pochi attimi prima del doppio fischio di fine primo tempo.

La ripresa

Nel secondo tempo, le indicazioni ricevute fanno effetto ai ragazzi dell’Internapoli che giocano con maggior convinzione e dopo 10’, Amato dal vertice destro dell’aria di rigore trova una traiettoria velenosa ad infilarsi sotto la traversa, vicino al palo opposto dal quale ha calciato, firmando la rete dell’1-0 che sblocca il punteggio.

Il vantaggio alleggerisce le gambe e la testa dei ragazzi di Passariello, la concentrazione rimane e dopo altri 10’, Piscopo sulla sinistra salta il difensore che però allunga il piede e lo atterra, costringendo l’arbitro a sibilare la massima punizione e lo stesso attaccante timbrerà il cartellino del raddoppio e anche del cappotto perché pochi attimi dopo, Piscopo riceve centralmente da Amato e con freddezza chirurgica infila Di Matteo che si deve arrendere per la terza e ultima volta al forcing degli avversari.

L’Internapoli conferma l’ottimo stato di salute e prosegue il percorso intrapreso in questo inizio stagione.

Potrebbe interessarti

Napoli, Milik si ferma ancora. Infortunio per l’attaccante

Brutte notizie per il Napoli e per i suoi tifosi, oltre che per Ancelotti ovviamente. S…