Palermo-Turris

Clamoroso al Barbera: Palermo-Turris, incontro valido per il turno infrasettimanale del Girone C di Lega Pro, viene prima posticipato dalle ore 15:00 alle 18:30, per poi essere rinviato a data da destinarsi.  I motivi sono legati all’emergenza Covid, infatti durante il ciclo di tamponi effettuato nelle ore precedenti alla gara, tra le fila dei rosanero emergono quattro positivi, successivamente le positività saliranno a dieci, ma la Lega conferma la gara. Ciò che succede a ridosso del fischio d’inizio è quantomeno grottesco: vengono diramate le formazioni, ma la Lega, recependo un’ordinanza dell’Asp – Azienda Sanitaria Provinciale –  rinvia la gara a meno di dieci minuti dall’inizio. Di seguito il comunicato con cui la Lega ha ufficializzato il rinvio del match:

«In riferimento all’ordinanza della Asp (Azienda Sanitaria Provinciale) di Palermo pervenuta alle ore 18.00 circa i casi positivi nel Palermo Calcio, per cui nella considerazione che si è in presenza di un cluster di infetti con una precisa connotazione spazio-temporale ordinando l’immediato isolamento di tutti i soggetti, la Lega Pro ha disposto, a tutela della salute, l’immediato rinvio della gara Palermo -Turris a data da destinarsi».

Stizzita la reazione da parte dei corallini, come si può intuire dalle parole del direttore generale Rosario Primicile, intercettato dai colleghi di TuttoC. «E’ vergognoso quello che è successo oggi a Palermo. Rispetto per il Palermo ma questo mette in seria difficoltà le squadre che vengono da fuori, ci ha creato un disagio notevole. Abbiamo annullato la partenza con la nave delle 20.15 e adesso abbiamo pagato un bus che ci porterà a Napoli in ben tredici ore tutto per una leggerezza della Lega. Non è possibile sospendere una gara a dieci minuti dall’inizio». 

Potrebbe interessarti

Turris altra vittoria: il ritorno in C è dolce

Sogno o son desto? I tifosi della Turris se lo staranno chiedendo alla luce dei risultati …