TORRE DEL GRECO. Talentuoso portiere classe 2000: stiamo parlando del giovanissimo Emanuele Casolare, che quest’anno ha brillato ta le stelle del firmamento della Turris. Mentalità, determinazione e voglia di fare bene questo è il credo di Casolare, autore di una bellissima stagione con la compagine corallina. Un calciatore nato nel settore giovanile della Puteolana 1909, e dal quale di certo si possono aspettare grandi cose. La stagione calcistica 2018/2019 è stata l’annata dell’evoluzione di Casolare che ha debuttato finalmente in un palcooscenico, quello di Torre del Greco, più consono alle sue potenzialità.

Casolare stagione appena conclusa alla Turris…Per te è stato un anno importante in una squadra importante

Sono contento per la stagione passata alla Turris,grande squadra,  grande società e soprattutto caratterizzata da un grande pubblico che ci ha sostenuto tutto il campionato. Per me indossare la maglia corallina è stata un’emozione unica, ho fatto il salto di categoria, passando dall’Eccellenza alla serie D, e farlo a Torre del Greco, è stato un qualcosa di meraviglioso. Questa è una delle piazze più blasonate della Campania, giocare al “Liguori” è adrenalina pura, e in generale è bellissimo avere l’opportunità di giocare per questi colori

Avete quasi sfiorato la serie C, se non fosse per il Bari, adesso la Turris avrebbe riconquistato il professionismo

Sicuramente se non ci fosse stato il Bari nel nostro girone potevamo dare alla piazza quello che aspettano da anni e che meritano: la Lega Pro. Abbiamo svolto un campionato ad alti livelli, non ci siamo mai fermati, la mentalità vincente che ci ha trasmesso mister Fabiano ha fatto la differenza. Ma comunque quando indossi la maglia della Turris sei votato a superarti ad andare oltre ogni tuo limite, perchè ti senti responsabile del blasone che rappresenti. E credo che noi abbiamo onorato fino alla fine questa maglia, vincendo anche i play off

Emanuele hai giocato sia la gara di andata e ritorno contro il Bari subendo zero reti una soddisfazione nella soddisfazione

Una bella soddisfazione non subire gol sia andata che ritorno contro una grande squadra,  ma il merito è di tutta la squadra. Abbiamo dato l’anima in ogni campo e abbiamo ottenuto i nostri ottimi risultati. Il Bari è stato la nostra nemesi, e avergli strappato ben 4 punti è stata una soddisfazione nella soddisfazione. La vittoria al “Liguori” contro i pugliesi ha affermato ancora di più l’elevato pregio del nostro gruppo e il nostro modo di giocare ad alti livelli. Siamo stati gli autori di un’annata pazzesca

Il tuo ricordo più bello di questa stagione tra i grandi

Il ricordo più bello è stato sicuramente la vittoria dei play off: ho avuto la fortuna di vivere questa forte emozione, e speriamo che la Turris possa giungere in Lega Pro, perchè è quello lo scenario che merita per importanza della piazza e della società. Mi sento in dovere di ringraziare  i miei compagni di squadra che mi hanno insegnato tanto calcisticamente e mi hanno dato fiducia fino alla fine. Ringrazio il tecnico Franco Fabiano che ha creduto fortemente in me e che mi ha permesso di esprimersi al massimo. Un forte ringraziamento va anche al mister preparatore dei portieri Franco Senatore, che mi ha sostenuto sempre e comunque. Ringrazio il presidente Colantonio. Tengo a ringraziare in maniera speciale il direttore Antonio Governucci, che ha creduto in me, e il mio procuratore Gianluca Lastoria

NB. Si ringrazia il fotografo Salvatore Varo per averci concesso l’utilizzo della foto inserita in  questo articolo

Potrebbe interessarti

Il talentuoso Anthony Capuano approda in un prestigioso club di serie D

MONTE DI PROCIDA. Nell’universo del calcio giovanile brilla un nuovo promettente cal…