Il Real Agro Aversa giocherà in Serie D la stagione 2020/21. È questo il responso delle trattative che il presidente Guglielmo Pellegrino, ha ottenuto dopo le trattative con la società del Tre Pini Matese.

Fusione

In primis era stato proprio il Tre Pini Matese a smuovere le acque, con la società di Piedimonte Matese che aveva operato una fusione con il Comprensorio Vairano. Le due società hanno formato l’FC Matese, che la prossima stagione disputerà il campionato di Serie D. Trattative che erano partite ancor prima dell’ufficialità del ripescaggio del Tre Pini Matese in quarta serie. L’intento dei presidenti Marcellino Pepe e Luigi Rega è quello di unire le forze, insieme ai soci che componevano le due società, per affrontare al meglio il campionato di Serie D. Il tutto domenica scorsa è divenuto ufficiale anche per i social, con le società che hanno informato della nascita di una nuova pagina ufficiale, denominata proprio FC Matese.

Titolo vacante

A questo punto rimaneva “vacante” il titolo del Tre Pini Matese. Così sono partite le trattative con due società casertane a cui un titolo di Serie D faceva gola. Mondragone e Real Agro Aversa si sono fiondate sul titolo sportivo che garantisce la disputa del campionato di quarta serie. Tra le due l’ha spuntata la società cara al presidente Guglielmo Pellegrino, che ha dato maggiori garanzie per una programmazione di buon livello nel massimo campionato dilettantistico.

Doppio salto

Dalla Promozione alla Serie D: è il doppio salto di categoria che si appresta a fare il Real Agro Aversa. L’operazione di Pellegrino segna dunque, un ritorno in quarta serie per la cittadina aversana. Dopo tre stagioni infatti, i colori granata tornano sui campi di Serie D dopo l’esperienza dell’Aversa Normanna di Giovanni Spezzaferri.

A suggellare l’accordo anche un post dello stesso Pellegrino che ieri ha pubblicato un laconico: “Sì, sì… Serie…?”

Potrebbe interessarti

RILIVE | Juve Stabia – Livorno 2-3: colpaccio dei toscani in pieno recupero

JUVE STABIA – LIVORNO 2-3 JUVE STABIA (4-3-3): Provedel, Fazio, Troest (78’ Rossi), …