Tragedia a Mugnano, muore bimbo di 4 anni: lutto cittadino

- Advertisement -

Sta avendo molto risalto la tragedia avvenuta a Mugnano di Napoli e che ha coinvolto un bambino, Raffaele, di soli 4 anni deceduto per soffocamento mentre era in casa del nonno.

Inutile la corsa all’ospedale di Giugliano dove il bimbo è arrivato intorno alle 18:30 e, successivamente, è deceduto per arresto cardiaco.

Il lutto del sindaco Sarnataro

“È con profondo dolore che esprimiamo le nostre più sincere condoglianze alle famiglie Buonocore e Chiaiese per la tragica e improvvisa perdita del piccolo Raffaele, di soli 4 anni”. Poche ma significative parole del sindaco di Mugnano, Luigi Sarnataro, che si è rivolto alle famiglie del bimbo scomparso tragicamente proclamando il lutto cittadino.

Le indagini dei carabinieri

Anche se è chiara la causa del decesso del minore i Carabinieri della compagnia di Marano indagano ugualmente per capire l’esatta dinamica dell’incidente domestico. Sembrerebbe che il piccolo stesse giocando e qualcosa gli abbia ostruito la respirazione.

La Procura di Napoli nord ed il pm di turno ha disposto il sequestro della salma del bimbo, in vista dell’autopsia .

Pare, però, che il piccolo stesse giocando e che qualcosa, forse lo stesso giocattolo, gli abbia ostruito la respirazione. La Procura di Napoli nord ha disposto l’autopsia.

Il cordoglio del sindaco

“In questo momento difficile l’intera amministrazione comunale si stringe attorno a voi con affetto e solidarietà. Per onorare la memoria del piccolo, proclamo il lutto cittadino, disponendo le bandiere del municipio a mezz’asta. Siamo vicini con il cuore e condividiamo questo dolore”.

Così, infine, scrive il primo cittadino di Mugnano dalla sua pagina facebook.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

CALENDARIO 2023-24: SERIE A, SERIE B, SERIE C, SERIE D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.