Torino 1-2 Inter | L’Inter non si ferma più

- Advertisement -

L’Inter continua la sua corsa e lo Scudetto è sempre più vicino. Davanti si trova il Torino, che approccia la partita in maniera coraggiosa, trovando anche il gol del pareggio. A 5′ dal termine, però, la chiude un non brillante ma essenziale Lautaro Martinez.

Nerazzurri senza Conte in panchina, squalificato, si affidano al solito 3-5-2 collaudato e controllano il gioco per gran parte del match. I granata si schierano a specchio e recuperano Belotti all’ultimo secondo, per lui solo qualche scampolo di partita nel finale, ininfluente ai fini del risultato finale. Il Torino non riesce a emergere dalla zona retrocessione.

Torino – Inter: il primo tempo

Un primo tempo di analisi da parte delle due squadre. L’Inter controlla il campo e la palla gira agilmente, ma la linea difensiva del Torino è vigile e non concede mai una vera occasione ai nerazzurri, chiudendo gli spazi con i tempi giusti. Un po’ nascosto Lukaku ma soprattutto un Lautaro poco lucido: i compagni lo cercano spesso ed è proprio sulla sua testa che capita la prima occasione della partita, dopo appena 4 minuti. All’interno dell’area piccola, però, l’argentino impatta di testa e la sfera termina sul fondo alla destra del palo. Dopo questa occasione nei minuti iniziali, Nicola lancia un urlo da record,  che amplificato dall’Olimpico vuoto deve aver smosso i granata: da quel momento l’Inter fatica davvero a impegnare Sirigu. L’occasione più grande dei primi 45 minuti, però, capita al Torino. Siamo al 30′, Verdi mette una punizione sul secondo palo, Bastoni scivola e libera involontariamente Lyanco che impatta a botta sicura. Handanovic tira un sospiro di sollievo quando la palla si infrange sul palo e rimbalza lontana dalla rete. La svolta arriva al 60′ grazie al solito Lukaku: protegge la palla e serve Lautaro, che induce Izzo al fallo. Valeri comanda il calcio di rigore. Il belga è glaciale: batte Sirigu e regala il vantaggio ai suoi.

Torino – Inter: il secondo tempo

In palese difficoltà, la capolista prova ad attaccare dall’alto, ma il Torino regge anche questa. La svolta arriva al 60′ grazie al solito Lukaku: protegge la palla e serve Lautaro, che induce Izzo al fallo. Valeri comanda il calcio di rigore. Il belga è glaciale: batte Sirigu e regala il vantaggio ai suoi.

Il Toro è stordito e dopo due minuti quasi rimane beffato da una zampata di Hakimi, che però vede il piedone di Sirigu intercettare la conclusione. Gli uomini di Nicola non si rassegnano, sanno che possono riacciuffarla ed è esattamente quello che fanno. Su un calcio d’angolo si alza un campanile e dodici(!) uomini si trovano nell’area piccola. Si capisce poco a dire il vero, ma si vede benissimo la palla entrare in porta. Il gol è di Sanabria, il più lesto a emergere da quella accozzaglia di maglie. 1-1, palla al centro.

Stellini butta anche Sanchez nella mischia e si rivela una mossa vincente. 85′, il cileno mette un traversone sul secondo palo, Lautaro vola in cielo e colpisce, Sirigu è preso in controtempo e può solo vedere la palla che rotola in porta. 1-2, una punizione severa per un buon Torino che non si è lasciato intimorire dal calibro dell’avversario e che ha proposto il suo gioco: compattezza, attenzione e ripartenza.

Torino – Inter: il tabellino

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Vojvoda (89′ Gojak), Lukic, Mandragora, Baselli (49′ Linetty), Murru (67′ Ansaldi); Verdi (67′ Zaza), Sanabria (89′ Belotti). A disp.: Ujkani, Milinkovic-Savic, Rodriguez, Bonazzoli, Ferigra, Buongiorno. All.: Nicola.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi (88′ Darmian), Barella, Brozovic (80′ Sanchez), Gagliardini (56′ Eriksen), Perisic (56′ Young); Lukaku, Martinez (88′ Vecino). A disp.: Padelli, Radu, Kolarov, Sensi, Ranocchia, D’Ambrosio, Pinamonti. All.: Stellini.

ARBITRO: Valeri di Roma 2

ASSISTENTI: Ranghetti – Lo Cicero

IV UOMO: Di Martino

VAR: Fabbri (AVAR: Mondin)

MARCATORI: 62′ (R) Lukaku, 70′ Sanabria, 85′ L. Martinez

AMMONITI: Gagliardini

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P