Spesso, quando sono protagonisti di situazioni maleducate, becere e anche violente, le tifoserie sono oggetto di critiche e reprimende, da parte dell’opinione pubblica e dei media, e pure da noi stessi.

Altrettanto spesso dimentichiamo, però, che il più delle volte questi episodi sono pochi e circoscritti, seppur “rumorosi” e censurabili, e che invece le tifoserie sono protagoniste anche di bei gesti, e rappresentano, forse, la parte più sana del calcio.

Tifosi esemplari

Tutto questo preambolo per mettere tra i Top la tifoseria della Fiorentina: doveva giocare contro l’Atalanta, la Viola, e solo un paio di settimane fa c’è stata una situazione diciamo incresciosa con il tecnico bergamasco Giampiero Gasperini, tanto da far temere qualcosa di brutto in questo match. Niente di tutto ciò: la tifoseria viola, con l’ironia che spesso la contraddistingue, ha quasi inneggiato al tecnico, stemperando i toni, come si dovrebbe sempre fare.

Flop VAR

Certo è che a volte si verificano situazioni che istigano, anche se non devono mai essere da giustificazioni a fatti violenti, tra i Flop non possiamo non mettere, ancora una volta, quello che continua ad essere un motivo di discussione, invece che un risolutore di problemi: il Var. Continuano a verificarsi episodi in campo, a Parma come a Napoli in questa giornata, ma dubbi ce li ha sollevati anche la posizione di Alexis Sanchez sul pareggio di Matias Vecino, dove non si capisce il comportamento dei direttori di gara, che potrebbero risolvere tutto andando a verificare a video, cosa che però inspiegabilmente a volte non fanno, prigionieri, forse, di un protocollo che questo impone loro, ma che non capiamo.

Special Verona

Ormai credo non sia più una sorpresa per nessuno, ma gli ultimi exploit, pareggio contro la Lazio nel recupero e vittoria contro la Juventus, credo possano mettere tranquillamente il Verona tra le rivelazioni di stagione, oltre che tra i Top di giornata.

La squadra di Ivan Juric, non a caso allievo di quel Gasperini di cui sopra, gioca bene, non ha timori reverenziali, valorizza i giocatori, insomma ha il giusto comportamento della società piccola ma piena di idee e coraggio, ancora non a caso le stesse doti di partenza riconosciute all’Atalanta di qualche anno fa.

Stop Roma

Rallentato, invece, il processo di crescita della Roma, Flop del periodo più che della giornata. La squadra di Paulo Fonseca, composta da tanti giovani, vive sicuramente degli alti e bassi che proprio la gioventù dell’organico comporta, ma forse anche dell’attuale nebulosità societaria, con quote che stanno passando di mano e non danno troppe certezze sul futuro, almeno prossimo.

Super Benevento

Detto del Benevento, che ogni tanto citiamo, ovviamente tra i Top, giusto per non dimenticare quanto di straordinario stanno combinando in serie B i giallorossi e il loro stratega, Pippo Inzaghi, con il torneo ormai vinto.

Fine di una favola… top

Vogliamo chiudere citando tra i Top un personaggio nella sua ora più buia: Leonardo Semplici. Nel momento del suo esonero dalla guida della SPAL, non possiamo non omaggiare quanto di buono ha fatto il tecnico toscano, raccogliendo la squadra ferrarese in Lega Pro nel 2014 e portandola fino alla Serie A, prima di lasciarla anzitempo dopo tre stagioni nella massima serie. Una bravura dimostrata che non rimarrà di sicuro troppo in naftalina.

Potrebbe interessarti

Accadde Oggi | 7 luglio 1974: la consacrazione mai avvenuta dell’Olanda di Cruijff

Il 1968, oltre ad essere stato un anno di contestazioni studentesche, aveva portato delle …