In poche ore è diventata virale l’informativa della Federazione Medico Sportiva Italiana, in cui si raccomandava di fermare gli allenamenti per tutti i calciatori italiani.

La sezione che ha fatto più rumore però, è quella in cui la FMSI chiede al Settore Giovanile e Scolastico di hiudere i battenti fino al 30 giugno. Cancellando di fatto, l’intera annata calcistica.

La risposta di Tisci

Il Presidente del Settore Giovanile e Scolastico ha così rilasciato una dichiarazione all’agenzia di stampa Italpress, sottolineando che la FIGC si attiene a quanto indicato dal Governo e cioè di stare fermi fino al 3 aprile. Ecco quanto dichiarato.

“Abbiamo letto la nota della Federazione Medico Sportiva Italiana che raccomanda l’interruzione degli allenamenti collettivi fino al 30 giugno per il Settore Giovanile e Scolastico. Al momento le nostre attività sono sospese fino al 3 aprile: quella della FMSI è una raccomandazione che teniamo in forte considerazione, ma dobbiamo attenerci ai decreti governativi e alle susseguenti decisioni della Federcalcio, anche nel contesto delle indicazioni fornite dalla commissione medico scientifica coordinata dal professor Paolo Zeppilli”.

Il Presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci commenta così la raccomandazione emessa dalla Federazione Medico Sportiva Italiana per l’interruzione degli allenamenti collettivi fino al 30 giugno a causa dell’emergenza coronavirus.

“Sto ricevendo molti messaggi con richieste di chiarimento e per questo voglio sottolineare che stiamo parlando di una raccomandazione – spiega Tisci all’Italpress – Per noi la salute è sempre al primo posto, dunque invito le nostre società ad essere responsabili visto che stiamo vivendo uno scenario inquietante. Dobbiamo augurarci di poter superare questa fase di emergenza il prima possibile.

Nel frattempo invito tutti a monitorare il nostro sito dove saranno riportate tutte le notizie ufficiali: per il momento l’attività è ferma fino al 3 aprile, come da comunicato ufficiale del Settore Giovanile e Scolastico numero 89 del 9 marzo, e poi continueremo ad attenerci alle disposizioni del Governo e della Federcalcio”.

Potrebbe interessarti

Dallo Sport Village al contratto con la Juventus: il sogno di Alex Riccio continua

Alex Riccio è ufficialmente un calciatore professionista. Meglio ancora. Alex Riccio è uff…