Da  Teramo la Casertana non porta via punti. La prestazione tutto sommato è stata gagliarda e buona se si considerano le numerose assenze. Allo stadio ‘Bonolis’, senza Castaldo (fermo ai box per affaticamento muscolare) spazio a Cavallini in attacco. Con Paparusso  in netta ripresa in difesa e con il solito Starita, Ciro Ginestra schiera un 4-3-2-1 per avere la meglio contro un Teramo alla ricerca della terza vittoria consecutiva.

Padroni di casa in avanti per l’1-0 grazie ad un destro debole ma efficace di Mungo a tu per tu con Crispino al 14’. Passano solo dieci minuti e al 24’ raddoppio per il Teramo firmato da Ferreira. La Casertana cerca di riaprire il match. Ginestra porta Zito più avanti per guadagnare metri in ripartenza; Laarini si procura un calcio piazzato da 25 metri, Zito calcia alla perfezione e siamo sul 2-1 all’intervallo. Giusto il tempo di riprendere il gioco e abruzzesi ancora in goal, stavolta il 3-1 è opera di Bambagi al 55’. Paparusso per i falchi cerca gloria in avanti e la trova di testa al minuto 58’, 3-2. Gara scoppiettante, continui cambi di fronte, squadre allungate consentono ribaltoni: il 4-2 per il Teramo infatti arriva con Mungo al 78’. La Casertana risponde, mai doma, accorciando ancora siglando il terzo goal con Starita dopo solo tre minuti.

Finisce 4-3, ma quanto cuore questa Casertana.

Di Francesco Camerlingo

Potrebbe interessarti

Napoli, Lobotka atteso in città

di Francesco Camerlingo Stanislav Lobotka sarà il nuovo playmaker del Napoli. Intesa raggi…