Fila troppo lunga, l’attesa diventa straziante. Così crede di giustificarsi un paziente che nella tarda serata di ieri ha aggredito un medico ed un infermiere dell’ospedale Cotugno di Napoli, mentre attendeva il proprio turno per ricevere il tampone.

La cosa più grave però, non sarebbe nemmeno l’aggressione stessa, ma il fatto che l’uomo ha sputato in faccia sia al medico che all’infermiere, passando così da aggressore a possibile untore, in attesa della risposta degli esami a cui poi si è sottoposto.

Assurdo che in una crisi sanitaria del genere un uomo che potrebbe essere affetto da Coronavirus rischi di contagiare due sanitari, mettendo a rischio la loro salute e quella di tutti i presenti in quel momento.

Due sanitari in meno

Medico ed infermiere sono ora in quarantena preventiva in attesa delle risposte del tampone a cui si è sottoposto l’aggressore. Intanto l’ospedale Cotugno conta due sanitari in meno in questa lotta al Covid19.

L’untore, oltre alla denuncia per aggressione, rischia anche quella per l’articolo 452 del codice penale, ovvero delitti colposi contro la salute pubblica.

Potrebbe interessarti

Cavese | Muccione pesca nel casertano tre pezzi pregiati per l’Under 15 Nazionale

Antonio Iorio (ieri), Andrea Zippo e Francesco Ardente (oggi) hanno firmato con la Cavese.…