Finisce con un pirotecnico 3-2 lo scontro salvezza tra Spezia e Crotone, anticipo della 30^ giornata di Serie A. Beffa finale per i calabresi, che fino all’89’ vincevano 2-1 e poi trovano l’ennesima sconfitta che sa di retrocessione. Vittoria che profuma di salvezza, invece, per gli aquilotti, che ringraziano il colpo di testa nel recupero di Erlic e si portano momentaneamente a +10 sul terzultimo posto.

Spezia – Crotone, la gara

Scontro salvezza al Picco di La Spezia. Gli aquilotti di Italiano voglio riscattare il k.o. contro la Lazio e s’affidano a N’Zola davanti mentre in difesa Ismajli vince il ballottaggio con capitan Terzi. Gli squali di Cosmi sono reduci da tre sconfitte consecutive, condizionate da marchiani errori difensivi che hanno vanificato l’ottimo lavoro offensivo. La squadra si schiera a trazione anteriore, con Messias e Benali mezzali e Ounas-Simy davanti.

Il primo tempo della gara tra Spezia e Crotone

Lo Spezia esibisce la solita grande qualità di palleggio, sfruttando tutta l’ampiezza del campo mentre il Crotone si chiude bene ma dimostra di voler pure far male, soprattuto sfruttando il tanto spazio alle spalle dei difensori di casa. E’ infatti dei pitagorici la prima occasione del match, quando Petriccione imbuca per Benali che s’inserisce bene in area, calcia e trova la respinta di Provedel con i piedi. Prendono coraggio i calabresi, che al 18′ confezionano un’altra grande chance: ancora Benali che crossa in mezzo per Ounas, con l’algerino che tutto solo di testa colpisce centralmente favorendo la parata del portiere di casa. La sfortuna si abbatte sul Crotone, con l’ispiratissimo Benali costretto a uscire per infortunio al 38′, ma la squadra di Cosmi non demorde e al 40′ passa in vantaggio con un capolavoro di Djidji, che spalle alla porta s’inventa un pallonetto delizioso che s’insacca alle spalle di Provedel. Va quindi in archivio la prima frazione di gara, con il Crotone meritatamente in vantaggio e lo Spezia inoffensivo, con Italiano in panchina indemoniato con i suoi.

Il secondo tempo della gara tra Spezia e Crotone

Subito due cambi per la squadra di casa, con Farias e Leo Sena al posto degli impalpabili Gyasi e Ricci. Gli aquilotti hanno ben altro atteggiamento e, pur senza impensierire Cordaz, alzano il proprio baricentro. In tutta risposta, il Crotone si chiude e cerca di far male in contropiede sfruttando la vivacità di Ounas. Al 64′, al primo tiro in porta della ripresa, arriva l’1-1 dello Spezia: traversone di Ferrer per Marchizza che fa sponda, la sfera schizza verso Verde che si beve Luperto e buca un colpevole Cordaz sul suo palo per il gol del pareggio, il secondo consecutivo per l’esterno scuola Roma. L’equilibrio della gara si sfasa e pende ora per lo Spezia, che sembra avere più grinta e voglia di vincere, ma al 78′ il Crotone torna inaspettatamente in vantaggio: combinazione tra Ounas e Zanellato e pallone messo a rimorchio per Simy che di prima intenzione firma il 16° gol stagionale e soprattutto il 2-1 per la sua squadra. Neanche un minuto dopo i pitagorici potrebbero servire il tris, ma Luperto non è freddo davanti a Provedel e si fa parare la conclusione. Sembra tutto fatto per la vittoria del rilancio per la squadra di Cosmi, ma all’89’ Maggiore risolve una mischia in area firmando il 2-2. Lo psicodramma, per i pitagorici, non finisce qui, perché in pieno recupero Ismajli colpisce la traversa con una zuccata e sulla ribattuta Erlic sigla il 3-2 che fa esplodere di gioia la panchina di Italiano e affossa quella di Cosmi.

Vittoria fondamentale al termine di una brutta gara per gli aquilotti, che salgono a 32 punti e “vedono” l’agognata salvezza. Era l’ultima spiaggia, invece, per gli squali, che buttano via una grande prestazione e restano inchiodati all’ultimo posto, con soli 15 punti, e ormai sembrano condannati alla Serie B.

Spezia – Crotone 3-2, il tabellino della gara

Marcatori: 40′ Djidji (C), 62′ Verde (S), 78′ Simy (C), 89′ Maggiore (S), 90’+1 Erlic (S)

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Salva Ferrer (69′ Vignali), Erlic, Ismajli, Marchizza; Pobega (83′ Galabinov), Ricci (46′ Leo Sena), Maggiore; Gyasi (46′ Farias), Nzola, Verde (69′ Agudelo).  A disposizione: Zoet, Acampora, Galaabinov, Agoume, Farias, Terzi, Bastoni, Chabot, Vignali, Agudelo, De Souza, Piccoli. All.: Italiano

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djdji, Golemic, Luperto; Molina (69′ Zanellato), Petriccione, Benali (39′ Magallan), Reca, Messias, Ounas (81′ Di Carmine), Simy. A disposizione: Crespi, Festa, Cuomo, Magallan, Rojas, Zanellato, Rispoli, Marrone, Di Carmine, Vulic, Eduardo, Riviere. All.: Cosmi

Ammoniti:Reca (C), Ismajli (S)

Potrebbe interessarti

Cagliari – Fiorentina 0-0 | Pari e patta alla Sardegna Arena

Nella 36^ giornata di Serie A, Cagliari e Fiorentina impattano sullo 0-0 alla Sardegna Are…