Inutile dare colpa a fantasmi che non esistono, siamo i primi che vogliamo che ci sia giustizia sportiva e così è stato.

Il tocco di braccio di Vicari, è pulito.

Mertens gli ha tirato il pallone contro e il n.23 ha eseguito un gesto naturale nel sottrarre il braccio.

Il movimento è giusto ed il suo arto, non occupa uno spazio superiore rispetto al corpo, non traendo così nessun vantaggio.

Inutile paragonare, come molti inesperti di calcio fanno, con l’intervento di Zielinski dove quest’ultimo allargando il braccio ha tratto vantaggio dal movimento.

Nonostante la decisione giusta di oggi, l’innovazione del fallo di mano fa molto discutere e si assiste a diversi episodi di incoerenza.

Nell’aspettare che la nuova regola venga messa a regime, non resta altro che utilizzare gli arti superiore il meno possibile.

Del resto il calcio è un gioco di piedi.

 

 

Potrebbe interessarti

Caso Roma, l’arbitro conta più del Var

Di Rosy Speranza Tutto può succedere in una tranquilla domenica d’autunno, dove lo s…