SpaccaNapoli, il grido dei ristoratori: “Fateci lavorare, ci state umiliando”

- Advertisement -

Ieri mattina nei pressi di Via Roma quindici tra proprietari e gestori di ristoranti sono scesi in “piazza” per protestare e lanciare il loro grido di allarme e di aiuto per non far si che le loro attività di ristorazioni che si trovano tra Montesanto, Quartieri Spagnoli e via Toledo siano costrette a chiudere. Portavoce e organizzatore di questa protesta si è professato Rosario Ferrara, presidente consorzio Toledo SpaccaNapoli, ecco le sue parole:

Rosario Ferrara: ” Questi imprenditori non possono mettere il piatto a tavola”

“Il nostro è un grido di allarme, facciamoli riaprire. La situazione economica è diventata troppo grave per questi imprenditori che ogni giorno mi confessano cose che non vorrei mai sentire. Sono 15 mesi che non incassano un euro e le banche gli negano gli aiuti, è insostenibile tutto ciò. Incominciamo a farli chiudere alle 23 o alle 24 e già potrebbe esserci un passo in avanti”

La voce di questi ristoratori grida all’unisono: “Ci avete tolto la dignità, siamo pieni di debiti e l’unico aiuto che abbiamo arriva dai nostri genitori, non è umano tutto ciò in un paese che si professa civile”

 

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P