Ha buone possibilità di essere la Fiorentina ad infliggere il primo dispiacere stagionale alla Juventus, eliminandola dai quarti di Coppa Italia.

Notevole, infatti, é il vantaggio dei viola dopo essersi imposti allo “Stadium” per due a uno nella gara di andata, difficile per i bianconeri ribaltare questo risultato. Si tratterebbe, per la verità, di una vera impresa da parte dei torinesi, alla luce anche dei loro problemi di formazione. É soprattutto il reparto centrale a creare qualche problema ad Allegri, vista la contemporanea assenza di Pirlo (probabile) e Pogba, oltre a quella di Marchisio dopo la nota farsa in Nazionale, a queste va aggiunto il rebus di Vidal, non sappiamo quanto disponibile dopo essere uscito malconcio dalla sfida con l’Empoli in campionato.

Di contro si troveranno una Fiorentina con il morale alle stelle dopo la conquista del quarto posto in campionato grazie alla vittoria sotto il diluvio nell’ultima giornata contro la Sampdoria (due a zero), che ha permesso loro di superare in classifica il Napoli e gli stessi doriani di Mihajlovic, ma soprattutto alla luce delle ottime prestazioni che sta sfoderando la squadra di Montella. I viola, infatti, sono, insieme alla Lazio, la squadra forse più in forma del momento al vertice, tanto da insidiare il secondo posto della Roma come obiettivo ultimo, ma lottando strenuamente per quel terzo posto che garantirebbe gli ambiti finali di Champions.

Credo sia fisiologico, poi, che la testa dei giocatori della Juventus possa essere anche rivolta all’imminente impegno proprio nella coppa più importante contro il Monaco, dove hanno la possibilità di avanzare dando consistenza internazionale al loro incontrastato dominio nei patri confini. Sarebbe anche umano e comprensibile, vista la stagione che sta affrontando la squadra di Allegri, decisa a non mollare su nessun fronte, con il rischio di “cannibalizzare” il calcio tricolore.

I viola possono, infine, mettere sul piatto della bilancia un Salah in condizioni smaglianti e la smisurata voglia di regalarsi una grande soddisfazione contro gli acerrimi rivali di sempre. Come detto, questo non significa che Tevez e compagni scenderanno sul prato del “Franchi” rassegnati all’eliminazione, inestinguibile pare la loro sete di vittorie e sicuramente non lasceranno nulla di intentato pur di centrare l’impresa, oggettivamente complicato si presenta il compito.

Non basterà, infatti, segnare una sola rete, come capitato già la scorsa stagione in Europa League, per la regola dei gol segnati in trasferta, occorrerà loro vincere con almeno due di scarto, per questo si sfiorerebbe l’impresa, anche se i bianco neri hanno le risorse per centrarla. Vista la rivalità, oltre agli obiettivi tecnici citati, sicuramente dovremo assistere ad una grande battaglia sportiva, tra due rivali che, viste le potenzialità, hanno lo spettacolo nella loro indole.

Potrebbe interessarti

Accadde Oggi | 14 luglio 2018: Inghilterra ancora una volta fuori dal podio mondiale

Ha sempre avuto poca fortuna l’Inghilterra nella massima competizione calcistica mondiale,…