Credi che non debba mai succedere. Invece, all’improvviso, il momento arriva sempre. Ti rendi conto, ed è paradossale, che per salvare un grande amore devi “chiudere” per salvarne i momenti più belli e non aspettare che arrivino quelli brutti, tormentati e distruttivi.
Oggi, lascio l’U.S. Sessana 1915 e posso dire con certezza e ad alta voce che, tra le tantissime società con cui ho lavorato, è la sola che ha saputo rubarmi l’anima e il cuore.
Sono arrivato a Sessa Aurunca in silenzio, per molti da sconosciuto. Poi ci siamo conosciuti e ci siamo stimati e apprezzati. Sono diventato amico di tantissime persone che hanno arricchito il mio bagaglio umano e culturale. Ho ritrovato persone che erano solo conoscenti e che poi sono diventate amiche.
Mi mancheranno tutte quelle persone e quei luoghi che per due anni hanno fatto parte, intensamente, della mia vita. Mi mancheranno i tifosi (passionali e sempre vicini alla squadra), Piazza Mercato, il ristorante “da Nicola”, il Duomo, il Vescovo, il Sindaco, le stradine antiche di Sessa e i suoi monumenti, la processione, i vecchi calciatori della Sessana, l’aria di S. Castrese, il Cappuccini, TUTTO !
Mentre scrivo, mi emoziono ancora nel ricordare quel lunghissimo, interminabile applauso di tutto il gremito stadio di Mondragone alla rete della Vibonese. Quattro minuti ( dal 116’ al 120’) dove nell’aria vibravano tutta la passione e l’amore dei tifosi per la propria squadra. Un ricordo indelebile. Indistruttibile.
Non smetterò mai di essere fiero di aver lavorato con FEDE, ONESTA’ e PASSIONE. Come non smetterò mai di essere fiero di essere stato partecipe all’anno del Centenario e rimanerne nella storia per sempre.
Grazie al Presidente Isidoro Vrola, ai Dirigenti Mimmo Falco – Silvio Padolino – Raffaele Marraffino – Franco Orabona – Fernando Garofalo – Moreno Dall’Acqua – Francesco Trasacco, ai Soci, agli addetti ai lavori Enzo Sansone – Gabriele Viscusi – Corrado Cestrone, ai tutti i Calciatori, agli allenatori Achille Tarantino – Salvatore Mennillo – Riccardo Ricciardi, al Prof. Fausto Russo, ai tifosi, a GIALLOBLUM SESSANA e alla città di Sessa Aurunca per avermi fatto vivere questa splendida avventura.
Un grazie particolare a Marcello, Antimo e Angelo. Li ho tormentati con telefonate, sms e mail in qualsiasi momento della giornata e che mi hanno sempre aiutato in tutto e per tutto.
Cara Sessana, ti lascio perché è il momento e GRAZIE per avermi sempre emozionato.
Forza Sessana !!!!!!

Potrebbe interessarti

Ischia – Barano 2-0 | I gialloblù restano primi in classifica

L’Ischia fa suo anche il derby col Barano e resta al comando della classifica. Nonos…