Savoia-Picerno, la cronaca del match

Inizia nel giorno dell’Epifania l’avventura di Sasà Campilongo sulla panchina del Savoia. Dopo essere stato ufficializzato a Natale come nuovo tecnico dei Bianchi, in sostituzione di Gigi Squillante, l’ex trainer di Casertana ed Avellino debutta affrontando al Giraud il Picerno, capolista del Girone H di Serie D. Il tecnico napoletano conferma il modulo del suo predecessore – il 4-3-3 – ma opera subito una mini-rivoluzione negli uomini, lasciando in panchina tre fedelissimi di Squillante (Guastamacchia, Ausiello ed Alvino) ed affidandosi al redivivo Cacace, a D’Ancora e al neo arrivato Ayina. Giacomarro deve rinunciare a bomber Santaniello ed accanto ad Esposito sceglie il giovane Tedesco.

Il match inizia su buoni ritmi, ma la prima occasione del match arriva al minuto 20, con Ayina che tenta la conclusione dai venti metri mandando però alto. Passano tre minuti ed il Savoia ha una grande chance per passare in vantaggio: Diakitè viene liberato a tu per tu con Coletta, ma spara addosso all’estremo difensore lucano. Al 35° altra buona occasione per i padroni di casa: Ayina guadagna un ottimo calcio di punizione da limite dell’area, alla battuta va Gatto che calcia sul palo di Coletta, attento a deviare in angolo. Con un tiro di controbalzo di Esposito terminato alto, si conclude a reti bianche una prima frazione nella quale il Savoia avrebbe certamente meritato qualcosa in più per almeno due nitide occasioni da gol create.

La ripresa si mantiene su una buona leva, con entrambe le squadre che provano a vincerla. Intorno all’ora di gioco, il Picerno ha una duplice ottima occasione: Esposito viene murato in angolo dalla tempestiva uscita di Savini, poi sul corner seguente Impagliazzo centra il palo con una deviazione sporca.

I due tecnici provano a sparigliare le carte in tavola attraverso i cambi: Giacomarro inserisce Ianniello e Sambou, Campilongo invece Ausiello, Alvino e Franzese. E’ proprio quest’ultimo ad andare vicino al gol pochi secondi dopo il suo ingresso in campo: sul cross di Esposito, il numero 17 prova il colpo di testa sul palo lontano, con la palla che sibila il legno. Al 37° Coletta è al posto giusto al momento giusto perché respinge di faccia il tiro-cross di Ausiello deviato da un difensore rossoblu. Nonostante i quattro minuti di recupero, il match non si sblocca e dunque al Giraud il Savoia impone lo 0-0 alla capolista Picerno, salendo a quota 26 punti in classifica.

Savoia-Picerno, il tabellino

SAVOIA-PICERNO 0-0

SAVOIA (4-3-3): Savini; Nives, Cacace, Poziello, Esposito; Costantino (58′ Ausiello), Gatto, D’Ancora (70′ Franzese); Rekik (92′ Maranzino), Diakitè (65′ Alvino), Ayina. 

A disposizione: Scolavino, Imbriola, Guastamacchia, Rondinella, Tedesco.

Allenatore Antonio Vanacore (secondo di Campilongo, squalificato)

PICERNO (4-4-2): Coletta; Impagliazzo, Fontana (29′ Bassini), Ligorio (80′ Gallon), Vanacore; D’Alessandro, Kosovan (70′ Ianniello), Conte, Langone (70′ Sambou); Tedesco (80′ Spinelli), Esposito. 

A disposizione: Fusco, Cesarano, Camara, Lordi. Allenatore Domenico Giacomarro

ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia

AMMONITI: Diakitè (S); D’Alessandro, Esposito (P)

NOTE: Spettatori 1500 circa, di cui un centinaio ospiti . Angoli 5-5. Recupero 2′ pt e 4’st

Potrebbe interessarti

Serie D, Diakitè si sblocca e lancia il Savoia: Pomigliano sconfitto 1-0

Savoia-Pomigliano, la cronaca del match Il Savoia “trasloca” allo stadio “Alberto Vallefuo…