Savoia-Gelbison, la cronaca della gara

Si conclude oggi il girone d’andata del campionato di Serie D ed il Savoia ospita la Gelbison in un Giraud tristemente vuoto. Dopo i brutti fatti di Mugnano e Fasano, infatti, il Giudice Sportivo ha imposto la disputa del match a porte chiuse. Squillante opera un leggerlo turnover, lanciando dal primo minuto Maranzino e l’ultimo arrivato Diakitè al posto rispettivamente di Gatto (attacco infuenzale) e Rekik (scelta tattica). De Felice risponde con un accorto 3-5-2 con Merkay e Passaro in avanti. La partita comincia su buoni ritmi con le due squadre che battagliano soprattutto in mezzo al campo, ma è il Savoia ad essere più pericoloso: all’11° Diakitè s’invola verso la porta ma poi calcia male col sinistro. Passano quattro minuti e Ausiello imbuca per Alvino che prova a superare col pallonetto D’Agostino, il quale però è bravissimo in uscita. Il gol, però, è nell’aria ed arriva al minuto 18: break di Alvino sulla destra e palla al centro dove Ayina, lasciato tutto solo sul secondo palo, insacca di testa. Al 35°, la Gelbison – sinora mai pericolosa dalle parti di Savini – trova l’inaspettato pareggio: l’arbitro Barbiero concede un penalty francamente generoso per una leggera spinta di Guastamacchia su Passaro. Dal dischetto va Cammarota che spiazza Savini. Dopo il gol subito, il Savoia torna a riversarsi in attacco e al 41° Nives colpisce di prima intenzione dopo un calcio d’angolo, con la palla che termina a lato non di molto. Si conclude, dunque, 1-1 il primo tempo al Giraud, col Savoia può recriminare per aver subito gol sull’unica occasione avuta dai cilentani.

Col rientro in campo per la ripresa, mister Squillante opera subito due cambi, rivoluzionando il centrocampo: dentro Franzese e D’Ancora, fuori Costantino ed Ausiello. Il liet motiv non cambia, perchè sono sempre i padroni di casa a condurre il gioco: dopo un minuto sponda di Ayina per Franzese, che tenta la girata, palla a lato non di molto. Al quarto è miracolo il portiere D’Agostino a togliere dall’angolino il tocco sotto misura di Poziello su azione d’angolo. Al decimo Alvino prova il tiro al giro sul secondo palo: palla a lato di un soffio. Al 19°, però, il Savoia concretizza la supremazia tornando nuovamente in vantaggio con un’azione tutta confezionata dai neo entrati: cross perfetto di Franzese dalla destra a liberare D’Ancora sul secondo palo e battuta di prima intenzione del numero 8. Al 32° è ancora D’Agostino a tenere in piedi i suoi, compiendo l’ennesimo grande intervento sul tiro di Diakitè, ma sul ribaltamento di fronte il collega Savini non è da meno, disinnescando la bomba su punizione di Hutsol. Meno di un minuto dopo, però, la Gelbison trova di nuovo il pareggio: indecisione di Poziello, che si lascia scavalcare da un lancio profondo, favorendo il tocco sotto misura di Esposito. Subito il colpo, il Savoia tenta il forcing finale alla ricerca dell’ennesimo gol: ci prova subito Diakitè, ma il suo sinistro termina alto. Non bastano, però, tre minuti di recupero ai ragazzi di Squillante che avrebbero nettamente meritato i tre punti: invece, il girone d’andata si chiude a quota 25 punti, col nuovo anno che si aprirà con la sfida al Picerno capolista.

Savoia-Gelbison, il tabellino

SAVOIA-GELBISON 2-2 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: 18′ Ayina (S), 36′ rig. Cammarota (G), 64′ D’Ancora (S), 77′ Esposito (G)
SAVOIA (4-3-3): Savini; Nives, Guastamacchia, Poziello, Esposito; Costantino (46′ Franzese), Maranzino, Ausiello (46′ D’Ancora); Alvino, Diakite, Ayina. A disposizione: Scolavino, Imbriola, Cacace, Messina, Rekik, Ortiz, Tedesco. Allenatore Giosuè Squillante
GELBISON (3-5-2): D’Agostino; Romanelli, Chiochia, De Angelis; Hutsol, Esposito (80′ D’Angiolillo), Uliano, Cammarota, Mejri; Merkay, Passaro (87′ Vaccaro). A disposizione: Viscido, Maiese, Pipolo, Pifferi. Allenatore Severo De Felice
ARBITRO: Maurizio Barbiero di Campobasso
AMMONITI: Costantino, Poziello (S); Mejri, De Angelis (G)
NOTE: Partita disputata a porte chiuse per disposizione del Giudice Sportivo. Angoli 6-3. Recupero 1′ pt e 3′ st

Potrebbe interessarti

Serie D, Cacace salva il Savoia al 96°: ma col 2-2 a Nardò i Bianchi sono al momento fuori dai playoff

Nardò-Savoia, la cronaca Succede tutto nel secondo tempo al “Giovanni Paolo II”…