Savoioa Gravina

SAVOIA-GRAVINA 3-1 (primo tempo 2-0)
MARCATORI: 35’ rig. Del Sorbo (S), 43’ Nives (S), 69’ Ausiello (S), 80’ Santoro (G)
SAVOIA (4-3-3): Savini; Nives, Cacace, Poziello, Esposito; D’Ancora (76’ Guastamacchia), Gatto, Ausiello (90’ Franzese); Alvino (83’ Tedesco), Del Sorbo (71’ Ortiz), Rekik (65’ Maranzino). A disposizione: Buono, Marino, Felici, Del Prete. Allenatore Luigi Squillante
GRAVINA (4-3-3): Vicino; Dentamaro (60’ Degiglio), Romeo, Lenoci, Tarantino; Correnti (60’ Dininno), Guadalupi (65’ Diarra), Nigro; Mariano, Santoro, Abonckelet (46’ Guida). A disposizione: Loliva, Celie, Djibril, Marchese, Mazzilli. Allenatore Michele Loseto
ARBITRO: Roberto Lovison di Padova
AMMONITI: Del Sorbo (S); Abonckelet, Romeo (G)
NOTE: Spettatori 800 circa, di cui una ventina ospiti. Angoli 3-4. Recupero 0’ pt e 5’ st

Per la tredicesima giornata del Girone H di Serie D, il Savoia ospita al Giraud il Gravina, compagine pugliese che staziona a ridosso dei playout. Mister Squillante – nel suo collaudato 4-3-3 – ritrova dal primo minuto bomber Del Sorbo, che aveva saltato le ultime partite per infortunio. Ai suoi lati, accanto al solito Tedesco, c’è, un po’ a sorpresa, il giovane Rekik, con D’Ancora a centrocampo al posto di Maranzino.

Loseto, dal suo canto, giunge a Torre Annunziata con una squadra falcidiata da assenze: davanti sono Mariano, Santoro e Abonckelet a provare a dare fastidio ai biancoscudati. Il primo quarto d’ora del match è di puro studio, ma la prima occasione è di quelle clamorose: errore marchiano di Cacace, che permette a Santoro di involarsi tutto solo verso la porta, bravissimo Savini a respingere di piede la conclusione del numero nove gialloblu. Alla mezz’ora di gioco arriva la risposta del Savoia, che sfiora il vantaggio col colpo di testa di Cacace terminato alto di un soffio.

Nel bene e nel male è il centrale difensivo il protagonista della prima frazione: un minuto dopo la sua zuccata, infatti, il difensore commette un altro errore in difesa, favorendo ancora Santoro, che nel replay dell’occasione precedente spreca ancora tutto, calciando stavolta a lato. Passano quattro minuti ed il match si sblocca: Romeo tocca il pallone con la mano in area, e l’arbitro Lovison, tra le proteste del Gravina, fischia rigore.

Dal dischetto va Del Sorbo, che spiazza Vicino, regalando il vantaggio al Savoia. Il gol dei padroni di casa tramortisce gli ospiti, che a due dal primo tempo subiscono ancora gol: splendida azione in ripartenza del Savoia, con tre tocchi che portano Alvino a lanciare in profondità Nives, che – nonostante di mestiere faccia il difensore – davanti la porta è freddissimo a battere di sinistro Vicino.

All’intervallo, dunque, è Savoia 2 – Gravina 0. Nella ripresa, esce meglio dai blocchi il Gravina, che prova subito ad alzare il baricentro alla ricerca della rimonta: ci provano, senza successo, prima Correnti di testa, poi Guadalupi, ma Savini non è chiamato a nessun intervento. Nonostante i cambi, il Gravina non riesce mai a rendersi pericoloso ed anzi il Savoia chiude il match col terzo gol:: cross in mezzo di Maranzino, Vicino smanaccia male e Del Sorbo appoggia per Ausiello che col destro fredda ancora l’estremo difensore ospite.

Alla terza occasione però Santoro trova finalmente la via della rete: a dieci dalla fine, il numero nove del Gravina s’invola ancora verso la porta e stavolta supera Savini con un delizioso pallonetto.

E’ l’ultima occasione del match, che si conclude dunque sul 3-1 per il Savoia: i Bianchi – al quarto risultato utile consecutivo – salgono a quota 19 punti in classifica.

Potrebbe interessarti

Serie D Girone H, i risultati della 16a giornata: bene Sorrento e Gelbison, le altre campane…

Si è conclusa da poco la sedicesima giornata del Girone H di Serie D, apertasi ieri con la…