Solo Licata e Acireale ferme a causa del rinvio della partita. Il Licata ha emesso un comunicato il 22 marzo informando che le attività sarebbero state sospese per vari casi di positività tra i tesserati.

ACR Messina 5-1 Roccella

Boubakar dopo appena 9 minuti illude i calabresi nello scontro testacoda di giornata. L’illusione dura solo mezz’ora, quando Addessi pareggia i conti. Il secondo tempo è un monologo giallorosso e il Roccella può solo subire la furia dei messinesi. 5-1 il finale, a segno Foggia(x2), Cretella e Bollino, per mantenere il primato e allungare sulle inseguitrici. Il Roccella, invece, è sempre più ultimo e ormai sembra esserci poco da fare.

Biancavilla 2-1 Gelbison

Gelbison che accusa il colpo: 4 partite in 14 giorni, tra cui il durissimo scontro con l’ACR Messina, sono state veramente troppo per la squadra di mister Ferazzoli. Il Biancavilla è una squadra tosta e mette il fiato sul collo al Rotonda per l’ultima posizione utile per i playoff. Doppietta di Ancione per i padroni di casa, Mautone accorcia in extremis ma ormai è troppo tardi. La vetta ora dista sei punti.

Cittanovese 1-1 Rotonda

Rotonda che rischia con la Cittanovese ma trova il pareggio al 76′ con Sanzone. Per ora il quinto posto è blindato, ma il Biancavilla fa sul serio. Cittanovese che rosicchia un punto sulla zona playout ma il vantaggio si riduce a soli due punti. Il Sant’Agata fa punti da sei giornate consecutive e anche il Troina sembra essersi rinvigorito. 29 punti non sono abbastanza per permettersi di stare tranquilli.

Marina di Ragusa 3-3 FC Messina

Seconda grande sorpresa di giornata. Marina di Ragusa gioca una partita coraggiosa e per poco non fa uno sgambetto fatale all’FC Messina, salvata solo dai cinque minuti di onnipotenza di Piccioni arrivati appena in tempo (a segno all’ 82′ e all’ 85′). Per i padroni di casa da segnalare una prova convincente di Manfre (doppietta), purtroppo per loro non sono riusciti a gestire un vantaggio di due gol negli otto minuti finali. Sospiro di sollievo per l’FC Messina che, nonostante siano a -5 dai cugini dell’ACR, riescono ad sorpassare la Gelbison e a prendersi la seconda piazza.

Rende 0-0 Paternò

Uno scialbo 0-0 che serve poco a entrambi. Per il Rende non arriva una vittoria che manca da più di un mese, per il Paternò ora si fa fortissima la pressione di Sant’Agata e Troina per la salvezza diretta.

S.Agata 2-1 Castrovillari

Sant’Agata al settimo risultato utile consecutivo e un cambio di marcia che ribalta gli equilibri nella metà bassa della classifica. Il cambio in panchina ha portato una ventata di entusiasmo e i siciliani navigano a vele spiegate verso la salvezza diretta. Mattatore di giornata Andrea Tripicchio, che punisce la sua ex squadra. Per gli ospiti, a segno Puntoriere.

Santa Maria Cilento 3-2 San Luca

Scontro a metà classifica che vede i cilentani uscire vincitori dopo un primo tempo dominato. 3-1 il parziale alla prima frazione grazie ai gol di Capozzoli, Maggio e Di Gregorio. Nel San Luca a segno Romero nel primo tempo e Marchionna al minuto 86′.

Troina 4-0 Dattilo

Troina che ha la meglio sul più quotato Dattilo e dà seguito al buon periodo che le sta permettendo di riemergere dai bassifondi. 7 punti nelle ultime tre: Paternò e Cittanovese sono avvisate. A segno Aperi, Rizzo (x2) e Ficarrotta. Biancoverdi mai davvero in partita e portano a casa la terza sconfitta consecutiva. Un campanello d’allarme che n0n può essere ignorato se sperano di poter ancora insidiare il quinto posto per un posto ai playoff.

Potrebbe interessarti

Serie D | Gelbison 2-1 Marina di Ragusa | Video, gol e highlights

Gelbison che sconfigge di misura il Marina di Ragusa e non si stacca dalle due messinesi, …