Terza vittoria consecutiva per la Juve Stabia di Padalino con un il solito grande protagonista: “El Diablo” Marotta. Terza partita in rete consecutiva e altrettante vittorie per i gialloblù, che non mollano il passo del Foggia e mettono il fiato sul collo al Catanzaro.

La Viterbese non sa più vincere e sta perdendo il treno dei playoff. Poco lucida nei momenti che contano, Taurino aspetta con ansia Tounkara. Il bomber spagnolo del ’96 ex canterano di Lazio e Barcellona è il capocannoniere dei laziali ma non mette piede in campo per squalifica da settimane.

Viterbese – Juve Stabia, la partita

Una partita divertente, giocata su buoni ritmi, che premia la Juve Stabia per la maggior freddezza sotto porta, figlia di un Marotta in forma straripante che trasforma in oro ogni pallone che tocca.
La Viterbese, nonostante un’infermeria zeppa, affronta la gara con coraggio e, ai punti, forse avrebbe meritato il pareggio.

Sono proprio i padroni di casa che si rendono davvero pericolosi dopo 18 minuti, ma la saracinesca Farroni blocca sia il tentativo di Bezziccheri che il tap-in di Rossi. La Juve Stabia controlla il possesso palla e, nonostante alcuni errori di impostazione, riesce spesso a presentarsi dalle parti di Daga. La sblocca al 32′ con Marotta: il numero 10 riceve palla sulla destra, la difesa tarda a chiudergli lo spazio e lui non se lo fa ripetere due volte. Destro potentissimo all’angolino e 0-1.

Scossa dal vantaggio, la Viterbese fatica a creare buone occasione, la Juve Stabia, invece, si riorganizza e chiude ogni spazio fino al fischio di fine primo tempo di Crezzini.

Nel secondo tempo la musica cambia e i laziali tornano in campo con il coltello tra i denti. Non ci stanno a perdere questa partita né tantomeno il treno dei playoff. Costringono Farroni agli straordinari con i soliti Bezziccheri e Rossi, questa volta in due occasioni separate, ma il risultato non cambia: il portiere di Spoleto difende egregiamente i propri pali.

Gli ospiti reagiscono ai primi 20 minuti di dominio viterbese, ed è proprio quando cominciano a riemergere che Urso va giù in area. Piovono le proteste, Crezzini mette mano al taschino ed estrae il giallo. Niente rigore, simulazione per il terzino della Viterbese. Purtroppo per lui, era già il secondo e guadagna anzitempo la via per gli spogliatori. Ora riacciuffare la partita sembra davvero un’impresa.

Il pressing dei ragazzi di Taurino è forsennato, ma i gialloblù ormai hanno imposto il loro dominio territoriale e mantengono il vantaggio fino al fischio finale.
Tre punti importantissimi per la Juve Stabia e magic moment che continua. La Viterbese, invece, è ferma da troppo tempo e deve ritrovare una quadra se vuole ancora ambire ai playoff.

Viterbese – Juve Stabia, il gol di Marotta

Viterbese – Juve Stabia, il tabellino

VITERBESE (4-3-1-2): Daga; Baschirotto, Camilleri, Markic, Urso, Salandria (Falbo 32’s.t.), Bensaja (Cannizzaro 45’s.t.), Adopo (Besea 37’s.t.), Bezziccheri (Porru 45’s.t.), Rossi (Menghi M. 31’s.t.), Palermo. A disp.: Bisogno, Bianchi, Mbembe, Ricci, De Santis, Menghi E., Falbo, Sibilia, Cannizzaro, Menghi M., Besea, Porru. All.: Taurino

JUVE STABIA (3-4-3): Farroni; Mulè, Elizalde, Caldore; Fantacci (Suciu 16’s.t.), Vallocchia, Berardocco (Guarracino 39’s.t.), Scaccabarozzi (Garattoni 15’s.t.), Rizzo; Marotta, Ripa (Borrelli 22’s.t., Bovo 38’s.t.). A disp.: Lazzari, Garattoni, Iannoni, Bovo, Guarracino, Esposito, Borrelli, Suciu, Oliva. All.: Padalino

ARBITRO: Crezzini di Siena

ASSISTENTI:  Feraboli – Tomasello Andulajevic

IV UOMO : Madonia

MARCATORI: 32′ Marotta

AMMONITI: Fantacci (JS), Bezziccheri (V), Besea (V), Bensaja (V)

ESPULSI: Urso (V) per doppia ammonizione

Potrebbe interessarti

Licata 2-2 Gelbison | videosintesi, gol e highlights da Youtube (VIDEO)

Gelbison che con un punto consolida la terza piazza, ma resta l’amaro in bocca per u…