Per la 23° giornata l’Avellino è di scena al “Menti” per il derby contro la Juve Stabia. Braglia manda in campo dal primo minuto Rocchi al posto di Illanes e Santaniello per Fella, mentre Padalino fa esordire Elicalze. Le emozioni sono in tante fin dai primi minuti, ma alla fine è l’Avellino a portare a casa i tre punti. 

LA PARTITA – E’ un derby dalle mille emozioni quello che fin dai primi minuti si vede al “Menti”. I padroni di casa neanche il tempo di scendere in campo che dopo trenta secondi sfiorano il vantaggio con Borrelli che con un bel tiro potente chiama subito al miracolo Forte. L’Avellino risponde con D’Angelo che viene chiuso al momento del tiro dall’esordiente Elizalde, all’esordio con la maglia delle vespe. 

Per le vespe ci prova ancora una volta Borrelli, ma questa volta la sua conclusione termina sul fondo, i lupi ribaltano colpo su colpo e questa volta è l’estremo difensore Russo ad uscire di pugno e chiudere lo specchio della porta dov’era ben appostato Santaniello pronto a colpire di testa su un cross di Ciancio. 

I ritmi sono molto alti e al 13’ è una conclusione di Maniero a chiamare in causa Russo, mentre sul ribaltamento opposto è Forte a smanacciare in uscita bassa un tiro di Marotta, dove la retroguardia Irpinia si è fatta sorprendere dal cross di Garattoni. Passa un minuto, siamo al 21’, ed è ancora Forte a tener a galla l’Avellino. Infatti, la Juve Stabia sfiora il vantaggio con Elizalde da posizione defilata. 

Intorno alla mezz’ora i ritmi si abbassono per recuperare le energie in vista della ripresa. Si va al riposo sullo 0-0 con i padroni di casa più pericolosi, mentre l’Avellino ci prova con tiri dalla distanza, ma deve ringraziare il proprio portiere per aver compiuto diversi miracoli. Nella ripresa la Juve Stabia resta in 10 per l’espulsione, diretta, di Mulè che compie fallo su Santaniello, per il direttore di gara è rosso diretto per cara occasione da rete. 

Al 66’ gli uomini di Braglia, mai pericolosi fino a questo momento, vanno vicinissimo al vantaggio con Ciancio che cross in area per Maniero, ma il difensore Garattoini anticipa l’attaccante irpino. Passa un minuti e gli ospiti passano in vantaggio: angolo di Tito, sponda di Santnaiello per Maniero che di girata batte l’incolpevole Russo. L’Avellino la sblocca, mentre i giocatori della Juve Stabia protestano perchè il pallone, secondo loro, sulla sponda di Santaniello era uscito. Per proteste viene ammonito Russo. All’71’ viene annullato un gol a Santaniello per fuorigioco. La Juve Stabia non demorde e poco dopo con Esposito sfiora il pareggio, ma ancora una volta Forte dice no. Gli ospiti la vogliono chiudere e ci provano con Carriero che dalla distanza chiama al miracolo Russo. A sei dal termine succede di tutto. Prima è Forte ad essere decisivo in uscita su un pasticcio di Ciancio, mentre sul ribaltamento posto è Fella, entrato poco prima, a sfiorare il raddoppio che solo Russo gli nega. Dopo quattro di recupero al “Menti” finisce un bellissimo derby che vede festeggiare l’Avellino che conquista il secondo posto, portando a +2 dal Bari che in questa giornata sconterà il turno di riposo. Per la formazione di Padalino resta tanta amarezza, ma dicono arrendersi ad uno strepitoso Forte. Ora bisogna ricaricare le energie perchè in settimana si gioca la 24° giornata. Martedì la Juve Stabia è attesa dal derby contro la Cavese, mentre l’Avellino ospiterà il Foggia. 

TABELLINO JUVE STABIA – AVELLINO 0-1

RETE: 22′ st Maniero.

JUVE STABIA: Russo; Esposito, Mulè, Elizalde; Garattoni, Berardocco, Vallocchia (34′ st Fantacci), Al. Rizzo; Orlando (34′ st Cernigoi); Borrelli (22′ st Mastalli), Marotta. A disp.: Farroni, Bobo, Guarracino, Ripa, Troest, Caldore, Oliva. All.: Padalino.

AVELLINO: Forte; Rocchi, Miceli, L. Silvestri; Ciancio, Carriero, Aloi, D’Angelo (13′ st De Francesco), Tito (43′ st Baraye); Maniero (28′ st Bernardotto), Santaniello (28′ st Fella). A disp.: Pane, Ag. Rizzo, M. Silvestri, Dossena, Adamo. All.: Braglia.

ARBITRO: Marini di Trieste.

Guardalinee: De Pasquale-Fraggetta.

Quarto uomo: Feliciani.

NOTE: gara a porte chiuse. Espulso: al 15′ st Mulè per rosso diretto. Ammoniti: Miceli, Carriero, Russo, Tito, Forte. Angoli: 8-6 per la Juve Stabia.

Potrebbe interessarti

Champions League: dal 2024 niente sosta invernale

Questa mattina sulle pagine del Corriere dello Sport si legge della nuova idea della UEFA …