Dopo tredici giornate di campionato nel girone C di Serie C è sempre più solitario il dominio della Ternana, cui resiste al momento il solo Bari. Gli umbri, in casa della Vibonese, hanno dato vita a una gara vibrante e dai continui ribaltamenti. Sembrava tutto facile per la squadra di Lucarelli dopo il vantaggio di Mammarella, ma i locali non ci stavano e nella ripresa ribaltavano il risultato con le reti di Plescia e Redolfi. A quel punto entrava in scena il neo entrato Vantaggiato che non solo trovava il pari a pochi minuti dalla fine, ma addirittura regalava la vittoria ai suoi con il terzo gol in pieno recupero. Un segno del destino, evidentemente, quando si vincono gare così significa che è veramente il tuo anno buono.

Solo il Bari tiene il passo della Ternana

Resiste solo il Bari, che vince la sua gara contro il Catanzaro con un gol di Antenucci nella ripresa, ma al momento sono costretti al ruolo di inseguitore e possono solo sperare che chi guida, la Ternana appunto, possa avere dei cedimenti e loro approfittarne.

Focus sulle squadre campane

È la Turris la migliore delle squadre campane, vero è che non giocano per il riposo in questa giornata, ma la squadra di Fabiano aveva già incamerato i tre punti andando ad espugnare Palermo nel recupero giocato in settimana (1-0). Per la neopromossa il momentaneo quarto posto è di certo motivo di soddisfazione, ma anche di stimolo per arrivare più in alto possibile e poi divertirsi ai play off.

Uno dei due derby di giornata tra squadre campane era quello che vedeva di fronte la Juve Stabia e la Paganese. La partita è vivace fin dalle sue prime battute e si risolve, nel punteggio, tutto nella prima frazione. Dopo un buon inizio degli azzurro stellati è Romero per i locali a portare in vantaggio i suoi, gli ospiti, però, non ci stanno e a pochi minuti dal termine della frazione trovano il pareggio con Mendicino. Nella ripresa il risultato non cambia più e il pari finale sembra equo per quanto visto, le due squadre muovono la classifica, gli stabiesi in piena zona play off, i salernitani ai margini della zona spareggi, anche se ancora pericolosamente vicini a quella play out.

Stecca l’Avellino, che si fa superare sul campo, in casa, e in classifica dal Catania. Probabilmente in casa irpina hanno pesato le tre settimane forzate di inattività causa covid, e allora la vittoria va appannaggio del Catania, anche con merito. Il primo tempo è scialbo, poi nella ripresa gli etnei rompono gli indugi, capitalizzando un’autorete di Miceli e il raddoppio di Pecorino, prima che Maniero solo al novantesimo accorci le distanze, ma ormai troppo tardi. Il vantaggio per la squadra di Braglia restano ancora i tanti recuperi da fare, che pure vanno vinti almeno per restare in zona play off.

Altro derby di giornata quello tra Cavese e Casertana, dai toni forse più drammatici perché entrambe in fondo alla classifica. Era una gara che poteva dare una spinta in classifica a chi la vinceva, alla fine la spuntano i falchetti, che hanno la sola capacità di riuscire a trovare la via della rete a quattro minuti dalla fine grazie a Carillo. Una iniezione di fiducia per la squadra di Guidi, cui ora serve solo continuità, mentre per gli aquilotti, alla settima sconfitta consecutiva, c’è da salvare innanzitutto la dignità, perché la salvezza potrà sempre passare per i play out.

Il prossimo turno

Prossimo turno con la Juve Stabia che riposa, la Paganese riceverà il Bari, un risultato utile potrebbe avvantaggiare la Ternana che aspetta il Bisceglie. Per la Casertana ci sarà la partita con il Monopoli, sperando di capitalizzare il recupero infrasettimanale con la Vibonese. Stesso discorso per l’Avellino, che affronterà prima il Potenza, poi il Francavilla, tutte in trasferta; per la Cavese ci sarà la trasferta di Catania, nella speranza di vedere un segno di vitalità da parte degli aquilotti, ritorno in campo per la Turris che sarà in trasferta a Catanzaro.

Potrebbe interessarti

Paganese – Casertana 1-3 | Falchetti di rimonta, confermato il momento positivo

PAGANESE – CASERTANA 1-3 Paganese (3-5-2): 1 Campani; 5 Mattia (75’ 10 Scarpa) 23 Sc…