L’Avellino fa un pò di turnover inserendo a centrocampo De Francesco e Bernardotto in attacco con Fella. Braglia nel riscaldamento perde l’estremo difensore Forte, al suo posto Pane, che non fa rimpiangere il compagno e chiude a doppia mandata la porta. Tre punti fondamentali per l’Avellino che consolida il secondo posto in classifica. 

CATANZARO – AVELLINO: LA SBLOCCA BERNARDOTTO

Ritmi lenti nei primi minuti di gioco, con l’Avellino che gioca principalmente sulle corsie. Al 15’ Bernardotto lavora palla in area, ma al momento del tiro viene chiuso da un giocatore del Catanzaro. La partita si sblocca al 21’: D’Angelo affonda sulla sinistra, mette al centro ma il centroavanti irpino non ci arriva, sul lato opposto Ciancio è bravo a rimetterla al centro dove questa volta, però Bernardotto è bravo e insacca in rete. I giocatori del Catanzaro protestano per un possibile fuorigioco del giocatore al momento del tiro, ma il direttore di gara convalida al rete. I padroni di casa si fanno vedere con un colpo di testa di Scognamillo che termina di poco al lato. I ragazzi i Braglia, squalificato, e sostituito da De Simone, dominano a centrocampo con un’ottima prova di De Francesco. Dopo un minuto di recupero le due squadre vanno negli spogliatoi con gli irpini in vantaggio grazie ad un gol dubbio di Bernardotto. 

CATANZARO – AVELLINO: PANE INSPUERABILE

La ripresa si apre con il Catanzaro che sfiora il gol del pareggio: Curiale difende palla, si gira e calcia in porta ma trova la deviazione di Silvestri. Brivido per l’Avellino. Poco dopo è ancora il Catanzaro a rendersi pericoloso che chiama al miracolo Pane su conclusione di Carlini. Un minuto dopo è ancora il portiere dell’Avellino ad essere protagonista: colpo di testa in tuffo si Curiale, Pane si tuffa e a mano aperta gli dice di no. Padroni di casa in cerca del pareggio. Il Catanzaro attacca a testa bassa, chiamano in causa in molte occasioni Pane che si fa trovar pronto. A dieci dal termine per gli irpini viene espulso per doppia ammonizione Miceli. Calabro a questo punto inserisce un’attaccante in più per mettere in difficoltà la retroguardia ospite, ma Braglia risponde con l’ingresso di Dossena per Maniero. In pieno recupero per il Catanzaro viene espulso anche Carlini alcione a Ciancio, per doppia ammonizione. Ristabilita la parità. In pieno recupero l’Avellino la può chiudere con Adamo che clamorosamente spreca. 

L’Avellino espugna Catanzaro e consolida il secondo posto in classifica. In settimana da valutare le condizioni di Forte, che nel riscaldamento ha dato forfait, ma grande prova di Pane tra i pali. Domenica al “Partenio” D’Angelo e compagni ospiteranno la Paganese che ha pareggiato (1-1) contro la Viterbese. 

TABELLINO CATANZARO – AVELLINO 0-1

RETE:: 21′ pt Bernardotto.

CATANZARO: Di Gennaro; Scognamillo, Fazio, Gatti; Garufo (41′ st Molinaro), Verna, Corapi (9′ st Evacuo), Porcino (9′ st Risolo); Carlini, Casoli (38′ st Grillo); Curiale (9′ st Jefferson). A disp.: Iannì, Branduani, Parlati, Pierno, Riccardi, Baldassin. All.: Calabro.

AVELLINO: Pane; L. Silvestri, Miceli, Illanes; Ciancio, Carriero, De Francesco, D’Angelo (30′ st Adamo), Tito; Fella (20′ st Santaniello), Bernardotto (20′ st Maniero; 39′ st Dossena). A disp.: Pane, Rizzo, Rocchi. All.: De Simone (squalificato Braglia).

ARBITRO: Rutella di Enna.

Espulsi: al 37′ st Miceli per doppia ammonizione; al 48′ st Carlini per doppia ammonizione. 

Ammoniti: Carlini, Scognamillo, D’Angelo, Evacuo, L. Silvestri, Carriero, Garufo.

Potrebbe interessarti

Champions League: dal 2024 niente sosta invernale

Questa mattina sulle pagine del Corriere dello Sport si legge della nuova idea della UEFA …