Continua a volare l’Avellino di Braglia che nella gara odierna piega il Palermo grazie ad un eurogol di Silvestri, la cui conclusione beffa l’estremo difensore Pelagotti. La formazione siciliana, forse complice anche la pesantezza del campo, non ha creato molte occasioni da gol e in quelle poca ha trovato un attento Forte sulla sua strada. Gli irpini accorciano sul Bari, sconfitto dalla Viterbese, nella prossima giornata i ragazzi di Braglia affronteranno la Juve Stabia e in caso di vittoria salirebbero al secondo posto in classifica. 

LA PARTITA – E’ stato un primo tempo giocato ad alto ritmo, nonostante il campo fosse pesante a causa della pioggia caduta sull’impianto sportivo. La formazione di Boscaglia parte col piede giusto, chiudendo gli irpini nella propria metà campo. Il Palermo dopo sette minuti ci prova con un bel tiro del centrocampista De Rose che chiama in causa subito l’estremo difensore Forte. L’Avellino con il passare dei minuti riesce ad uscire dalla proprio metà campo e si fa vedere con un calcio di punizione di Tito dove Pelagotti risponde presente. L’estremo difensore ospite poco dopo chiude anche su Carriero. Non succede più nulla e si va negli spogliatoi sul risultato di perfetta parità. 

Ad inizio ripresa la partita si sblocca. Calcio d’angolo per il Palermo, il difensore biancoverde Silvestri fa partire un tiro da oltre centrocampo, il pallonetto, dopo aver toccato a terra, beffa Pelagotti e va diritto in rete. L’Avellino, incredibilmente passa in vantaggio, lasciano i giocatori rosanero senza parole e con Silvestri sommerso dai compagni di squadra. Il Palermo accusa il colpo e mister Boscaglia cambia modulo di gioco passando ad un modulo più offensivo. Gli ospiti, nonostante il cambio di modulo non trovano il pari, si fa vedere ancora con De Rose che chiama alla deviazione in angolo l’estremo difensore locale. Gli uomini di Braglia rispondono con Bernardotto che all’ultimo si fa anticipare da Palazzi che libera l’area di rigore. Dopo cinque minuti di recupero concessi dal signore Gualteri è l’Avellino a festeggiare la vittoria, mentre al Palermo resta tanta amarezza per una partita giocata sottotono, forse a causa della pesantezza del campo. 

L’Avellino accorcia sul Bari sconfitto dalla Viterbese e nella prossima settimana, complice il riposo forzato per i pugliesi, i biancoverdi in caso di vittoria contro la Juve Stabia potrebbero anche superarli in classifica. Il Palermo invece ospiterà il Bisceglie che ha pareggiato in casa della Turris (2-2). 

TABELLINO AVELLINO – PALERMO 1-0

RETI: 4′ st Silvestri L. (A).

AVELLINO (3-5-2): Forte; Illanes, Miceli, Silvestri L.; Ciancio (35′ st Rizzo), Aloi, Carriero, D’Angelo, Tito (30′ st Adamo); Fella (23′ st Bernardotto), Maniero (30′ st Santaniello). A disp.: Pane, Dossena, Rocchi, Baraye, De Francesco, Errico, Silvestri M.. All.: Braglia.

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Accardi (38′ st Crivello), Palazzi, Somma, Doda (23′ st Almici); De Rose, Broh (15′ st Rauti), Luperini; Kanoute (23′ st Silipo), Saraniti, Valente (38′ st Floriano). A disp.: Fallani, Lancini, Peretti, Odjer, Martin. All.: Boscaglia.

ARBITRO: Sig. Matteo Gualtieri della sezione di Asti.

ASSISTENTI: Sig.ri Dario Garzelli della sezione di Livorno, Francesco Santi della sezione di Prato, Fabio Natilla della sezione di Molfetta (quarto uomo).

AMMONITI: 14′ pt Carriero (A), 17′ pt Illanes (A) e 37′ st De Rose (P) per gioco scorretto.

Potrebbe interessarti

Il Sassuolo fa la “Barba” al Benevento

Con il posticipo del “Vigorito” si chiude la 30° giornata di Serie A. Inzaghi conferma in …