Dopo la vittoria esterna in casa del Catanzaro l’Avellino mette a segno la sesta vittoria consecutiva e mette nel mirino la Ternana che ora dista solamente sette punti. Braglia anche per il derby deve far la conta con gli indisponibili, sei in totale, ritrova Forte, in panchina, e Aloi. Piazza Dosssena i difesa e De Francesco,c he ben ha fatto mercoledì alle spalle degli attaccanti Santaniello e Bernardotto. 

AVELLINO – PAGANESE ALL’INTERVALLO E’ 0-0

Parte bene la Paganese che gioca a testa alta con l’Avellino che continue bene le azioni degli ospiti. All’11’ Baiocco compie la prima parata del match salvando la deviazione sotto misura del compagno di squadra sul cross di Carriero. Autogol evitato. Poco dopo è Tito a rendersi pericoloso con una conclusione al volo. L’Avellino con il passare del tempo inizia a crescere, ma gli azzurristellati non sono da meno. All’ 30’ i padroni di casa protestano per un calcio di rigore non concesso per una trattenuta ai danni di Silvestri, che viene anche ammonito per proteste. Rivedendo bene l’azione il fallo di Antezza c’era. Sbagliata decisione del direttore di gara. Al 39’ gli irpini sfiorano il gol con un siluro di De Francesco che termina sul fondo. Sul finire del primo tempo altra occasione per l’Avellino: calcio d’angolo battuto da Tito conclusione di De Francesco che di prima intenzione calcia in porta ma la difesa ospite salva. Si va begli spogliatoi sul risultato di perfetta parità, complice anche un pò la pioggia caduta sul Partenio. 

AVELLINO – PAGANESE: ENTRA FELLA ED E’ SUBITO SHOW

La Paganese non demorde costringendo l’Avellino a sbattere sul muro che ha alzato, per Braglia in ombra l’attacco. Al 14’ prima azione del secondo tempo per gli irpini, ma il colpo di testa di di Bernardotto non inquadra lo specchio della porta. Lo stesso attaccante ci prova poco dopo con una girata in area ma Cigagna sventa il pericolo. L’Avellino sembra aver il controllo del match ed, infatti, il tecnico Braglia cambia proprio in attacco dentro Fella e Maniero per Bernardotto e Santaniello. 

Al 23’ è il neo entrato Fella a servire un assist al bacio per Aloi che clamorosamente sbaglia. Mossa azzeccata per Braglia con Fella che è entrato subito in partita. L’attaccante di proprietà della Salernitana ci prova con una bella conclusione che viene respinta dall’estremo difensore ospite, che si supera anche sul rassetta di Carriero. L’Avellino si è svegliato. La partita si sblocca al 32’: fallo di Cigagna su Fella questa volta il direttore di gara concede la massima punizione. Sul dischetto si presenta Maniero che spiazza Baiocco e porta l’Avellino in vantaggio. Al 37’ la Paganese resta in dieci per l’espulsione di Volpicelli che compie un fallace su Adamo. I padroni di casa la chiudono al 39’ con il rasoterra sul secondo palo di capitan Aloi dove Baiocco nulla può. Dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio dove l’Avellino con uno strepitoso secondo tempo porta a casa una bellissima vittoria contro un’avversario che per i primi 60’ minuti non ha concesso spazi ai padroni di casa. I ragazzi di Braglia nella prossima gara, la 30° giornata, faranno visita al Monopoli che ha pareggiato (2-2) contro la Viterbese, ma avranno un’orecchio puntato sul big match tra la Ternana e il Bari, una possibile vittoria dei pugliesi diminuirebbe il distacco dal primo posto. Invece, la Paganese ospiterà il Palermo che ne ha prese quattro (2-4) dalla Juve Stabia. 

TABELLINO AVELLINO – PAGANESE 2-0

MARCATORI: 33′ st Maniero (rig.), 39′ st Aloi.

AVELLINO (3-4-1-2): Pane; L. Silvestri, Dossena, Illanes; Ciancio, Aloi, Carriero, Tito (42′ st Rizzo); De Francesco (28′ st Adamo); Santaniello (21′ st Maniero), Bernardotto (21′ st Fella). A disp.: Forte, Rocchi. All.: Braglia.

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Carotenuto, Schiavino, Cigagna; Antezza, Onescu, Gaeta (16′ st Raffini), Bramati (39′ st Bonavolontà), Squillace; Guadagni (25′ st Volpicelli), Diop. A disp.: Bovenzi, Fasan, Esposito, Scarpa, Perazzolo, Di Palma, Criscuolo, Cernuto, Curci. All.: Di Napoli.

ARBITRO: Petrella di Viterbo.

Guardalinee: Catucci-Rizzotto.

Quarto uomo: Villa di Rimini.

NOTE: gara a porte chiuse. Espulso: al 37′ st Volpicelli per rosso diretto. Ammoniti: L. Silvestri, Cigagna, Squillace, Bramati, Aloi. Angoli: 5-1 per l’Avellino.

Potrebbe interessarti

Juve Stabia – Catanzaro 0-1: decide Pierno

Al “Menti” si gioca il recupero ad alta quota con Juve Stabia e Catanzaro che si contendon…