Alla Spal non riesce l’ingaggio al Venezia. La formazione di Rastelli gioca un buon primo tempo, passando in vantaggio nel finale del primo tempo con Di Francesco, ma in pieno recupero i veneti trovano impari con Ceccaroni. Nella ripresa la formazione di Zanetti è più pimpante, ma deve far i conti con i due leggi colpiti (traversa e palo) e un super Berisha. Partita equilibrata con il pareggio che smuove di poco la classifica. 

SPAL – VENEZIA: BOTTA E RISPOSTA ALL’INTERVALLO è 1-1

Nei primi minuti di gioco le du deformazioni si studiano con il match che si gioca principalmente a centrocampo. I Liguri si rendono pericolosi al settimo quando Di Francesco ci prova, ma la sua conclusione viene deviata in angolo. Sul corner successivo Missiroli manda alto. Il Venezia attende nella sua metà campo, ma s fa vedere nella retroguardia ligure prima con Forte e poi con Mazzocchi. 

Il Venezia con il passare dei minuti si affaccia in area di rigore avversaria, questa volta è Berisha a dire di no a Forte. La partita si addormenta con le due formazioni che cercano il momento giusto per colpire. La partita si sblocca al 43’: Crnigoj sbaglia ne approfitta Di Francesco che di destro la piazza sul palo lontano della porta difesa dall’esordiente Maenpaa. Spal in vantaggio. Arriva subito la risposta del Venezia: Forte punta l’area e guadagna un calcio d’angolo. Corner battuto da Aramu, Ceccaroni svetta di testa e beffa Berisha. I lagunari trovano subito il pari, e cosi si va negli spogliatoi. 

SPAL – VENEZIA: GLI ARANCIONEROVERDI SI FERMANO CONTRO I LEGNI 

Nella ripresa la Spal si fa vedere subito con Esposito Salvatore che ci prova dai 25 metri, ma la sfera finisce a lato. Fallo di Mora su Aramu, punizione per il Venezia dal limite dell’area, ma la punizione si infrange sulla barriera. Due minuti dopo gli arancioneroverdi sfiorano il raddoppio: Di Mariano ci prova dai 25 metri, l’estremo difensore locale con la punta delle dita ci arriva. Brivido per la Spal. Un minuto dopo è Mondolo a colpire la traversa. Venezia ancora pericolosa. 

Entrambi i tecnici operano alcuni i cambi per cercare il gol he possa indirizzare nel verso giusto il match. Al 69’ altro legno per il Venezia. Questa volta è Crnigoj di destro a Berisha battuto prende il palo. La squadra di Zanetti in questo finale di partita ha alzato i ritmi, vuole la vittoria. Al 76’ Mazzocchi serve lungo linea Johnsen che crossa, ma Berisha risponde presente. Rastelli si gioca la carta Tumminello, esce Floccari. All’89’ bel cross di Sernicola, con Modolo che anticipa Tumminello. In pieno recupero punizione di Esposito, la cui conclusione è facile preda del portiere della Spal. Dopo tre minuti di recupero al “Mazza” termina 1-1, gara che si è decisa nel primo tempo. Un punto che smuove la classifica per le due formazioni che sono in piena corsa per i play off. Il Venezia nella ripresa ha giocato meglio e forse, per le occasioni, meritava la vittoria.

Nella prossima giornata la Spal sarà impegnata nello scontro diretto con il Lecce (vittoria a Pisa), mentre il Venezia affronterà il Cosenza (sconfitto dalla Cremonese). 

TABELLINO SPAL – VENEZIA 1-1

RETI: 43′ Di Francesco, 45’+1 Ceccaroni.

SPAL (3-5-2): Berisha; Okoli, Tomovic, Ranieri; Dickmann, Segre (69′ Mora), Esposito (59′ Murgia), Missiroli, Sala (78′ Dickmann); Di Francesco (69′ Strefezza), Floccari (78′ Tumminello). All. Rastelli

VENEZIA (4-3-1-2): Maenpää; P. Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Ricci; Crnigoj (85′ Dezi), Fiordilino, Maleh; Aramu (64′ Esposito); Forte (64′ Johnsen), Di Mariano. All. Zanetti

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano della sezione di Bologna.

Ammoniti: Di Francesco (S), Ricci (V), Ceccaroni (V), Floccari (S), Modolo (V), Maleh (V), Strefezza (S), Tomovic (S).

Potrebbe interessarti

Mihajlovic presto nonno – VIDEO

Piacevole sorpresa per Sinisa Mihajlovic. L’allenatore del Bologna, presto sarà nonno, per…