LE PAGELLE, LA CRONACA E IL TABELLINO DI NAPOLI-ROMA: I VOTI – Sfortuna e alchimie sbagliate segnano la capitolazione della Roma a Napoli, ma la squadra di Mazzarri, che a fine gara si negherà nuovamente alle telecamere, non ha certo demeritato. La Roma prova a cambiare profondamente assetto tattico, ma non trova la “quadra” per esprimere al meglio il suo gioco nonostante il Napoli per larga parte del primo tempo gliene dia tutte le possibilità. Qualche singolo da bocciare, ma nel complesso tutta la Roma è sembrata impacciata, nervosa e poco convinta dei propri mezzi. Emblematica la reazione di Totti alla vista del cartellone del cambio: qualche passo verso la panchina prima di accorgersi che a uscire doveva essere Borriello (che non ha a sua volta gradito particolarmente). Il Napoli raccoglie dall’albero i frutti del lavoro di Mazzarri e va in pari con la fortuna con una prestazione convincente soprattutto nella ripresa nonostante abbia giocato in coppa giovedì. Hamsik è ancora una volta l’uomo della provvidenza.

SINTESI DEL PRIMO TEMPO – Come detto il Napoli parte subito forte per raggiungere quel risultato che con la Roma, in casa, manca da così tanti anni. La prima palla gol della partita è per Dossena: assit di Hamsik e sinistro la volo, palla fuori di un soffio. Al settimo bella azione di Lavezzi che supera Juan in dribblig secco e scocca il tiro: para Lobont senza affanni. La Roma risponde al 24′ corss di Riise (oggi impiegato a centrocampo) e Borriello anticipato da Cannavaro. Al 27′ ancora la Roma cross di Cicinho che taglia l’area troppo lungo per tutti tranne che per Riise, ma il tiro è da dimenticare. Poco dopo Lobont si esalta su Hamsik con una splendida parata a piedi uniti. L’ultimo assalto è ancora per la Roma, ma il duello tra Cannavaro e Borriello si risolve a favore del difensore.

SINTESI DEL SECONDO TEMPO – Nella ripresa si fa vivo un grande Napoli Ritmo, pressing e gioco sulle fasce davvero tambureggiante per la squadra partenopea che a tratti riesce a mettere all’angolo i giallorossi. Lavezzi è scatenato e al 20′ il Napoli è vicino al vantaggio: sinistro sotto misura di Cavani e magnifico salvataggio di Juan. Il gol però è nell’aria e arriva sette minuti dopo: cross rasoterra del solito Lavezzi, inserimento di Hamsik e destro che non lascia scampo a Lobont. La Roma tenta una reazione ma il Napoli non molla e al 38′ Campagnaro conclude la sua sgroppata sulla fascia con un cross secco e teso che trova lo sfortunato autogol di Juan.

NAPOLI-ROMA 2-0 Primo tempo (0-0)

MARCATORI: nel st 27 Hamsik, 38′ autorete Juan.

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro (47′ st Sosa), Cannavaro, Aronica; Maggio, Pazienza, Gargano (25′ st Yebda), Dossena (34′ st Zuniga), Hamsik, Lavezzi; Cavani (Iezzo, Grava, Santacroce, Dumitru). All.: Mazzarri.??

ROMA (3-4-1-2): Lobont; Cassetti, Juan, N.Burdisso; Riise, Cicinho (27′ st Rosi), Pizarro, De Rossi; Menez (1′ st Brighi); Totti, Borriello (21′ st?Vucinic). (Doni, G.Burdisso, Castellini, Baptista). All::Ranieri.?? ARBITRO: Tagliavento di Terni.??

Ammoniti: Pazienza, Cassetti, Gargano, Pizarro ed Aronica per scorrettezze; Lavezzi per comportamento non regolamentare

Angoli: 7-5 per il Napoli. Recupero: 1′ e 3′.

PAGELLE NAPOLI

De Sanctis 6: Qualche indecisione nel primo tempo, calma piatta nella ripresa

Campagnaro 7: Attento in difesa, efficace negli spunti offensivi, è protagonista del 2-0 azzurro.

Cannavaro 6,5: Qualche intervento scomposto nel primo tempo, il capitano coordina senza grossi problemi le dinamiche difensive.

Aronica 6: Fa il suo con qualche sbavatura in fase di contenimento degli attaccanti giallorossi.

Maggio 6,5: In difesa e sulla fascia, tanta grinta e una bella dose di velocità.

Pazienza 6: Un match di qualità e quantità in mezzo al campo.

Gargano 6: Si spende molto, non sempre incisivo, si affaccia più volte sulla trequarti. Dal 26′ s.t. Yebda: s.v.

Dossena 6,5: Le sue incursioni sulla fascia pungono già nel primo tempo. L’ex Liverpool è attivo, non sempre preciso ma molto efficace. Dal 35′ s.t. Zuniga: s.v.

Hamsik 6,5: Nel primo tempo confeziona un’occasione da gol negatagli da Lobont. Nella ripresa firma il vantaggio azzurro e disegna le geometrie offensive della sua squadra. Il San Paolo non smette di applaudirlo.

Lavezzi 7: Mette il turbo sulla fascia, semina Cassetti, si accentra e punge con i suoi inserimenti. L’argentino dà importanti segnali per tutto il match.

Cavani 6,5: Ogni volta che si avvicina all’area giallorossa è un pericolo evidente per i difensori di Ranieri.

Mazzarri 6,5: Un primo tempo a metà tra studio e indecisione, una ripresa all’insegna del coraggio. La sua squadra difende bene, riparte in velocità e dimostra ancora una volta di avere un potenziale offensivo letale.

Enzo Santoro

Potrebbe interessarti

Ischia – Barano 2-0 | I gialloblù restano primi in classifica

L’Ischia fa suo anche il derby col Barano e resta al comando della classifica. Nonos…