Atalanta – Napoli 4-2

Termina 4-2 lo scontro tra la Dea e i Partrnopei, per questa 23° giornata di Serie A. I bergamaschi allo stadio “Gewiss” conquistano i 43 punti, scavalcando così anche la Juventus. Il Napoli invece, dopo tutti i giocatori mancanti a causa di alcuni infortuni, forse non poteva fare di meglio. Grande spavento per Osimhen che perde i sensi per uno scontro con Romero.

Tabellino di Gara

Marcatori: 51′ Zapata (A), 58′ Zielinski (N), 64′ Gosens (A), 71′ Muriel (A), 75′ aut. Gosens (A), 79′ Romero (A)

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djmsiti; Maehle (89′ Sutalo), De Roon, Freuler (78′ Pasalic), Gosens; Pessina (83′ Palomino); Muriel (83′ Miranchuk), Zapata (89′ Malinovskyi). A disposizione: Rossi; Sportiello; Sutalo; Palomino; Lammers; Caldara; Malinovskyi; Kovalenko; Ruggeri; Miranchuk; Ilicic; Pasalic. All: Gasperini

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (77′ Koulibaly), Mario Rui (77′ Ghoulam); Fabiàn, Bakayoko; Politano, Zielinski (83′ Lobotka), Elmas (52′ Insigne), Osimhen. A disposizione: Contini, Idasiak, Zedadka, Insigne, Koulibaly, Ghoulam, Costanzo, D’Agostino, Cioffi, Labriola, Lobotka. All.: Gattuso

Ammoniti: Di Lorenzo (N), Djimsiti (A), Gosens (A)

Primo Tempo

Il match Atalanta – Napoli si apre al “Gewiss Stadium” con l’ammonizione al 6′ di Di Lorenzo, dopo un suo intervento in scivolata su Gosens. È subito cartellino giallo.

Al 29′ l’arbitro Di Bello estrae il cartellino rosso per il tecnico della Dea, un’espulsione dovuta ad alcune proteste del mister.

Al 32′ una occasione gol sprecata per l’Atalanta: De Roon serve Gosens che dal limite dell’area calcia, ma il pallone prende una piega troppo larga.
Al 35′ ci prova invece il Napoli su una punizione di Politano dalla destra. Osimhen la spizza di testa ma Gollini non si fa trovare impreparato.

Al 42′ altra occasione per l’Atalanta: Pessina in area serve Zapata ma il colombiano, dal dischetto del rigore, sbaglia. Termina cosi il primo tempo.

Secondo Tempo

Pochi minuti dopo il fischio di inizio del secondo tempo, più precisamente al 51′ sblocca la partita la Dea con una bellissima azione di Muriel sulla fascia sinistra che va sul fondo e crossa. Sul pallone ci arriva Zapata che di testa sbalordisce Meret, gettando la palla in rete.

Al 52′ Gattuso sostituisce Elmas con Insigne.
Il Napoli non si dà per vinto e al 58′ compie una fantastica rete, su un passaggio in area di Politano per Zielinski che tira al volo col destro e segna un gol spettacolare.

Al 61′ l’ Atalanta cerca la rimonta con Pessina ma il pallone finisce in alto.

Al 64′ rimonta l’Atalanta con un gol di Gosens servito da Zapata.

Al 69′ ci prova invano il Napoli: Fabian serve Insigne. Il capitano del Napoli calcia ma Gollini la blocca.

Al 71′ altro GOL per la Dea, i nerazzurri approfittano di Bakayoko che perde il pallone, Muriel recupera e di sinistro calcia un pallone che finisce drittl in rete davanti agli occhi di Meret.

Al 75′ gol del Napoli, un autogol dj Gosens, il pallone infatti gli sfiora il ginocchio, dopo un cross di Politano, ed è subito rete.

Al 77′ vi è una doppia sostituzione per gli azzurri: escono Mario Rui e Maksimovic ed entrano Ghoulam e Koulibaly.

Niente da fare per i partenopei, al 79′ segna ancora l’Atalanta con Romero. E finisce così 4-2 fino al fischio di fine partita.

Potrebbe interessarti

Ibrahimovic a Sanremo come negli Autogol

Le regole del Festival di Zlatan Ibra continua a dettare le leggi del “suo” fe…