Con l’entrata in vigore della zona arancione da lunedì le scuole hanno riaperto con la didattica in presenza fino alle terze medie mentre per gli istituti e i licei è garantita la didattica in presenza dal 50 al 75 % degli studenti mentre il resto continua con la DAD. Ma in Campania si stanno avendo molti problemi e alcuni sindaci dei rispettivi Comuni hanno deciso di non riaprire le scuole, vediamo la situazione più nel dettaglio.

Scuole Campania: mancano gli insegnanti e vengono ridotte le ore scolastiche

È questo quello che sta accadendo nelle scuole campane dove mancano almeno il 50% degli insegnanti e dove i presidi per sopperire a questa situazione hanno ridotto l’orario scolastico posticipando le entrate o anticipando le uscite con una drastica riduzione dell’insegnamento scolastico. In alcuni casi invece spesso e volentieri vengono utilizzati i bidelli per sostituire l’insegnante.

Docenti che mancano praticamente in tutte le scuole, con addirittura una sola insegnante di matematica disponibile in tutta la città di Napoli come riportato stamane sulla Repubblica di Napoli da Maurizio Oberholtzer, vicepreside del Liceo Scientifico Alberti al Vomero.  Questa è la situazione drammatica che stanno vivendo le scuole dopo la parziale riapertura avvenuta con la zona arancione, che se associata anche al problema quotidiano dei trasporti pubblici diventa una situazione insostenibile. Ed è per questo che alcuni comuni hanno deciso di non riaprire le Scuole, andiamo a vedere quali

Scuole Campania: i Comuni che non hanno riaperto

Avellino e Benevento hanno posticipato il ritorno a scuola degli studenti delle superiori a settimana prossima, a Marigliano le scuole saranno chiuse per i prossimi 14 giorni, a Roccadaspide c’è il lockdown generale fino al 2 Aprile, a Solofra scuole chiuse fino a nuova ordinanza

A Torre Annunziata chiuso il complesso Caravelli dell’istituto Alfieri per almeno 15 giorni a causa di positività tra gli studenti, chiuso il Borgo di Aversa fino al 28 Aprile per egual motivi

Scuole in Campania: la protesta degli studenti

A Castellamare un gruppo di studenti hanno scioperato il ritorno in classe facendosi voce di un grido comune: “I Trasporti non sono sicuri e sono sempre affollati e le Scuole hanno aule troppo piccole. Vogliamo tornare alla DAD!”

 

Potrebbe interessarti

Campania: ordinanza e nuovo protocollo per la ripresa in sicurezza di wedding e matrimoni | Scarica qui il protocollo e l’ordinanza

Pochi minuti fa la regione Campania ha emesso un protocollo e di seguito un ordinanza per …