Di Luigi Capasso

Un derby vinto, complicato, sofferto e bellissimo. Se lo aggiudica il Savoia per 1-0 contro un Giugliano che soccombe per gran parte della partita, per poi andare vicino al gol della beffa dopo un rigore fallito dai bianchi. Decide Rondinella, ma la formazione di Parlato può mordersi le mani per il risultato striminzito, ma comunque importante che lancia solo i bianchi alle spalle del Palermo.

Giugliano che parte pressando altissimo sui difensori oplontini. Anche il Savoia non sta guardare e in due occasioni Diakite mette in difficoltà Carbonaro. Sono le prime schermaglie di un derby subito acceso, con i bianchi che a gioco fermo spingono la palla in porta. Ritmi alti e duelli di gioco in ogni zona del campo. L’arbitro De Angeli parla molto con i calciatori per tenere il pugno della situazione. La chiave tattica è Liccardo che soffoca Osuji a centrocampo, negando alla squadra di Parlato di creare la superiorità nei ribaltamenti. 

Su palla inattiva, al 12’, il Savoia la sblocca: Rondinella sbuca dal blocco centrale dei gialloblù e la insacca di testa verso il secondo palo. Il Giraud esplode. Potrebbe farlo nuovamente su un cross di Oyewale che si stampa sul palo esterno. La compattezza dei bianchi e la necessità di raddrizzare la partita, porta la squadra di Agovino a commettere diversi errori in fase di impostazione.

In ripartenza il Savoia, in superiorità numerica, si divora il raddoppio dopo l’ennesima giocata di Cerone: Gatto tutto solo in area calcia male a lato. Il palleggio del Savoia sposta la percentuale di possesso palla e il baricentro in favore della squadra di Parlato. I bianchi riescono a sprecare di tutto, anche con Osuji che scatta sul filo del fuorigioco e rallenta la corsa, con Diakite libero, poi calcia con Mola che mette in angolo.

Dalla distanza, poi, Cerone cerca di migliorare la mira nel momento in cui non può illuminare il gioco per i compagni. I bianchi protestano anche allo scadere per un tocco in area di mano su colpo di testa di Diakite. La tensione sale alle stelle dopo un fallo di Caso Naturale, con Liccardo che fa scatenare una rissa nel recupero e viene ammonito insieme a Dionisi. Per evitare ulteriori scaramucce nel sottopassaggio, Parlato fa rientrare la squadra qualche istante dopo.

La prima mossa di Agovino è l’innesto di Orefice per Capone. Il primo tempo chiuso senza tiri verso la porta impone al Giugliano nuove soluzioni. Ma è sempre Savoia. Cerone addomestica un lancio dalle retrovie come un pifferaio magico e il suo rasoterra mette in crisi Mola, ma Diakite non è reattivo. E visto che il Giugliano, al 15’ della ripresa non ha ancora calciato verso la porta, neanche con un tiro di alleggerimento, è Rondinella a infilare Coppola, ma fortunatamente per i bianchi Caso Naturale è in fuorigioco. Sarebbe stata troppa grazia. Orefice cerca spazi alle spalle di Rondinella e Parlato vuole più dinamismo nelle ripartenze, inserendo Scalzone per Diakite. L’impalpabile ex Alvino esce tra i fischi, lasciando spazio a Ruggiero. Ma la magia è quella di Cerone che scappa via a Mennella con un dribbling fantastico e viene atterrato. Dal dischetto il numero dieci calcia a lato. Al 32’ arriva anche la prima conclusione in porta del Giugliano, sbilenca. Però il Savoia è preoccupato per i troppi errori in avanti e per una partita che nonostante la superiorità inoppugnabile non riesce a chiudere. E allora gli ospiti vanno vicinissimi al pareggio su palla inattiva, con Caso Naturale che di testa va a colpo sicuro e Coppola costretto a superarsi per evitare la beffa. Il finale è del Giugliano, il rigore fallito da Cerone ha spostato gli umori, e di conseguenza gli equilibri, della partita. Il trequartista esce tra gli applausi, stremato, dopo una partita di altissima qualità e un errore. Tascone dopo una prova gigantesca esce con i crampi e Parlato si affida a Mancini. Micillo, allo scadere, già ammonito fa una stupidaggine colpendo Gatto, ma viene graziato.

Potrebbe interessarti

Savoia, altro exploit e Parlato racconta l’impresa su modulo e attaccanti

L’allenatore Carmine Parlato racconta la vittoria del Savoia arrivata sul campo del …