Tra sei giorni il Savoia si radunerà allo Stadio “Giraud” di Torre Annunziata, rinnovato in occasione delle Universiadi, per iniziare il ritiro estivo in vista della stagione 2019/2020, nella quale la società di patron Mazzamauro ha intenzione di migliorare l’ottimo quinto posto della scorsa annata.

Al momento, tuttavia, su Piazzale Gargiulo permangono delle nubi, non metereologiche – viste le limpide ed afose giornate di questa metà di luglio – quanto piuttosto relative al calciomercato. Andando ad analizzare la rosa del Savoia, infatti, al momento si contano solamente undici giocatori: un numero che, inutile dirlo, è troppo risicato a così pochi giorni dal via della preparazione, sebbene il mercato chiuda tra oltre un mese. Ai confermati Poziello, Guastamacchia, Gatto, Liguoro, Rekik e Rondinella, si sono aggiunti infatti solo Dionisi, Luciani, Osuji, Tascone e Abayian.

Se il ritiro cominciasse oggi, mister Parlato non avrebbe nemmeno il “numero legale” per una partitella: al direttore Mignano il compito, a questo punto impellente, di consegnare entro i prossimi cinque giorni altri rinforzi al tecnico napoletano. In attesa di conoscere il futuro di Diakitè, urgono innanzitutto i portieri, ma anche un altro paio di difensori e centrocampisti. Riuscirà mister Parlato ad avere sin da subito una rosa quasi al completo a cui impartire i suoi dettami tattici?

Potrebbe interessarti

San Tommaso-Savoia, le dichiarazioni dalla sala stampa nel post partita

Al termine della partita tra San Tommaso e Savoia, ecco le voci dalla sala stampa dello st…