Tutti puntavano su di lui: era il predestinato, la punta di diamante, ma Sandro Tonali ha distrutto ogni aspettativa rendendosi protagonista di un brutto esordio all’Europeo 2021. Il centrocampista dell’Italia Under 21 di Paolo Nicolato, dopo una prestazione deludente, è stato espulso della gara contro la Repubblica Ceca per condotta violenta.

Un brutto esordio all’ Europeo 2021

Un brutto esordio per quello che era uno dei calciatori più attesi di questo torneo. Al minuto 84 della gara giocata a Celje, il numero 8 degli Azzurri, nei pressi dell’area di rigore, ha colpito con un calcio da dietro l’attaccante ceco. Quest’ultimo si è accasciato a terra e  Sandro Tonali, non contento, ha volontariamente, prima con un piede e poi con l’altro, calpestato la caviglia del calciatore ceco. Pronta la reazione dell’arbitro olandese, Dennis Higler, che vicinissimo all’azione non ha potuto fare altro che cacciare il rosso diretto. Non era certamente l’esordio che ci si aspettava per l’Under 21.

Per il calciatore, che era riuscito grazie alle sue capacità a fare il salto di qualità con il passaggio dal Brescia al Milan, non era stata un’annata positiva. Alla sua prima stagione con il Diavolo non solo ha dovuto fare i conti il Covid-19, ma anche con la concorrenza di due calciatori fortissimi come Franck Kessié Ismael Bennacer, che con le loro prestazioni degne di nota non gli hanno permesso di essere sempre titolare.

Il cartellino rosso costerà a Tonali la prossima gara dell’Italia Under 21 contro la Spagna in programma sabato prossimo. Ma la la squadra di Nicolato dovrà fare a meno anche di Marchizza, espulso pure lui nel finale di gara per doppia ammonizione.
Il calcio italiano fa bene a puntare sui giovani talenti come Tonali, che ha tutte le carte in regole per diventare un grande calciatore, ma certi comportamenti violenti e poco rispettosi non devono essere più ammessi.

Potrebbe interessarti

Alessandria – Lucchese: 5-2

La squadra piemontese continua a sorprendere. Dopo la convincente vittoria contro la Pro V…