Salernitana, primo giorno di ritiro: il report

- Advertisement -

Questa mattina alle 9.20 è iniziato ufficialmente il ritiro granata. Tutti in campo agli ordini di Martusciello e del suo staff per la prima sgambata abruzzese.

Subito pallone e schemi

La seduta è partita con un leggero riscaldamento, poi è comparso subito il pallone. Arrivano le prime indicazioni tattiche. Martusciello ha diviso il gruppo in due parti.

Sul campo 1 ha schierato un 4-2-3-1, con Sambia, Bronn, Motoc e Bradaric in difesa, Legowski e Maggiore in mediana e Ikwuemesi, Bonazzoli e Sfait dietro Dia.

Il mister ha guidato i calciatori nei movimenti, chiedendo un giro palla veloce. “La palla deve fare fatica”, è risuonato durante il fraseggio.

Nel mentre sul campo 2 corsa per gli altri componenti sotto lo sguardo dei preparatori Celia e Laurino. I gruppi si sono poi invertiti e in formazione sono stati inseriti Lovato, Pirola, Mamadou Coulibaly, Iervolino, Jimenez e Simy.

I portieri Sepe, Fiorillo, Salvati e Corriere impegnati col preparatore Di Sarno. Nel finale doppio lavoro con palestra e ripetute. “Non siamo qui a fare scampagnate”, Martusciello ha le idee chiare e non le manda a dire.

Il tutto sotto gli occhi vigili del Ds Petrachi, che vuole stare vicino alla squadra, oltre anche ad avere colloqui con i giocatori della passata stagione.

Magari guardandosi negli occhi, a qualcuno che ha meno mercato, gli viene voglia di sposare il progetto in maniera fattiva…

E sarebbero i migliori acquisti in vista della prossima stagione.

Nel pomeriggio seconda seduta

Intorno alle 17 la Salernitana si è ritrovata per la seduta pomeridiana. Per la prima mezz’ora, la squadra è stata divisa in due parti, tra palestra ed esercizi sul campo; nel chiuso della tendo struttura il tecnico Martusciello ha parlato ai giocatori.

L’allenatore ha poi osservato da vicino il lavoro di attivazione agli ordini del preparatore Laurino. C’era anche Valencia, arrivato nel primo pomeriggio, e il nuovo acquisto Njoh. Entrambi hanno lavorato anche a parte, insieme a Gentile.

Assenti Fiorillo e Ikwuemesi.

Ancora a provare schemi

Martusciello ha poi guidato i suoi nel possesso palla, con dieci tocchi da completare. Poi partitina, a metà campo, dieci contro dieci, con massimo due tocchi e il terzo per concludere; vietato giocare palle alte. Il trainer chiedeva intensità e ritmo.

Per chiudere corsa con variazioni di velocità lungo tutto il campo.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

CALENDARIO 2023-24: SERIE A, SERIE B, SERIE C, SERIE D

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.