ROMA: nuovamente imbrattato il murale su Mourinho

Non c'è pace per l'opera dello street-artist.

0
41
Murales Mourinho

Sembra essere una storia infinita, quella che vede protagonista l’opera muraria dell’artista Harry Greb nel quartiere capitolino Testaccio su José Mourinho.

L’ennesimo, brutto, episodio che avviene a quasi un mese di distanza dal primo (la cui immagine di riferimento è riportata).

Si denuncia come “ignoti” abbiano utilizzato, questa volta, uno spray di vernice acrilica sull’intero volto dello SPECIAL ONE.

Già precedentemente, tifosi laziali, all’indomani dell’annuncio dell’arrivo in panchina di MAURIZIO SARRI, avevano oscurato il volto del portoghese con un soffio di sigaretta sbuffata proprio dal tecnico toscano.

Lo stesso artista romano, che è sotto pseudonimo, aveva provveduto a ripristinare l’opera ma, a quanto pare, nessuno vuole che il suo ultimo lavoro resista in città.

CHI È HARRY GREB?

In un’intervista rilasciata al sito artslife.com, l’artista spiega che il suo pseudonimo è un omaggio al famoso pugile americano anni ’20:

“Harry Greb è per me la figura più romantica, misteriosa e intrigante di quello che considero lo sport più bello, difficile e appassionante in assoluto, il pugilato. Sport che ho fatto per tanti anni e che mi ha forgiato e fatto maturare caratterialmente e anche fisicamente”

E proseguendo ancora:

“Ho scelto lui come pseudonimo perché ci somigliamo, lui combatteva spessissimo, io disegno tantissimo e ‘attacchino’ altrettanto spesso, alla faccia di chi mi vorrebbe meno attivo. Ma io faccio sempre quello che mi dice il mio istinto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.