Roberto Mancini

La Nazionale italiana di Calcio si prepara alle 2 sfide valide per le qualificazioni ai prossimi europei 2020 contro Armenia e Finlandia, partite previste rispettivamente per il 5 e l’8 settembre 2019. Il CT della nazionale Roberto Mancini, nel primo giorno di ritiro ha incontrato i numerosi giornalisti presenti e ha speso due parole anche per due giovani di grande prospettiva che però ha escluso dalle convocazioni. Di chi stiamo parlando? Di Kean e Zaniolo.

Come mai la scelta del CT dell’Italia di escluderli dall’elenco dei convocati? A quanto pare la scelta è di carattere comportamentale. Ecco spiegato il motivo.

Roberto Mancini parla di Kean e Zaniolo

“Sicuramente mi faranno comodo più avanti, non mi piace lasciarli a casa per punirli. Sono giovani. Gli abbiamo dato una grande opportunità e speriamo serva loro per il futuro. Devono imparare a comportarsi bene. Un professionista deve comportarsi bene sempre.

Non hanno fatto niente di grave, una cavolata (in pratica si sono presentati tardi agli allenamenti, ndr). Però servirà loro per il futuro, per sapere come comportarsi anche quando si sta via da casa quaranta giorni”.

Zaniolo sarebbe stato utile all’Italia

Si parla poi di Zaniolo e sull’utilità che avrebbe portato il giocatore della Roma alla Nazionale, visto come lo stesso ha iniziato il campionato di Serie A:

Ma non è che vinciamo o perdiamo per lui, deve crescere, come gli ha detto Totti: non bastano cinque partite per essere un campione, è giovane e deve capire cosa ha avuto all’improvviso.

Siete d’accordo con la scelta di Roberto Mancini di escludere questi due giovani per dargli un insegnamento?

Potrebbe interessarti

Lorenzo Insigne a C’è Posta per Te domani sera su Canale 5

L’attaccante del Napoli e della nazionale italiana, Lorenzo Insigne, sarà ospite nel…