Pallone calcio e calcetto

Sulla ripartenza degli sport amatoriali di contatto, come ad esempio quelli del calcetto e beach volley, il ministro dello sport Spadafora pensa ad una nuova proroga. La riapertura, inizialmente prevista per il 15 giugno e poi spostata al 25 giugno, potrebbe essere ancora lontana. A tal proposito, infatti, il ministro frena nuovamente dichiarando: “Non sappiamo ancora quando ci sarà il via libera agli sport di contatto”.

Calcetto e beach volley in stallo

Nell’ultimo dpcm del premier Conte infatti, firmato lo scorso 11 giugno, e in vigore da lunedì 15 giugno fino al 14 luglio 2020, viene precisato che per praticare questi sport, come calcetto o beach volley, si dovrà aspettare ancora. Il ministro Vincenzo Spadafora – intervistato da FanPage – ha commentato cosi:

“Questi sport non riprenderanno nemmeno il 25 giugno con certezza, perché il ministro Speranza ha ritenuto che non si potesse venir meno alle due regole che valgono ancora oggi per tutti i cittadini, e cioè il distanziamento sociale e la mascherina. Ovviamente gli sport di contatto, come può essere una partita di calcetto o di beach volley, non consentono di rispettare queste due regole.

Per cui sarà possibile riprendere questi sport quando tutti i cittadini potranno rinunciare a queste due regole di sicurezza fondamentali. Oggi per andare in un supermercato, o per viaggiare in treno, noi chiediamo agli italiani di mantenere il distanziamento sociale e di portare la mascherina.

Non possiamo consentire che soltanto per fare attività sportiva di base queste misure di sicurezza vengano evitate. Quindi non sappiamo ancora quando ci sarà il via libera agli sport di contatto”.

Potrebbe interessarti

Vaccino AstraZeneca: arriva lo stop da un Paese Europeo, NON verrà più usato

Stop al vaccino contro il coronavirus anglo-svedese “Astrazeneca” da parte del…