Agropoli: il CONI rinvia il giudizio | Ecco quando ci sarà la sentenza

- Advertisement -

Play-off d’Eccellenza fermi da quando l’Agropoli ha chiesto il ricorso alla FIGC, poiché la società Buccino Volcei aveva fatto infliggere all’Agropoli, la sanzione della perdita della gara tra le suddette compagini, tenuta il 2 Maggio 2021 con il risultato di 0-3, a causa della partecipazione in posizione irregolare del calciatore Filippo Manzi. Chiesto il ricorso al CONI, quest’ultimo ha deciso di rinviare la sentenza, per di più l’Agropoli avrebbe altre carte da poter giocare per non subire la penalità, in caso in cui fosse respinto il ricorso. Intanto quindi per tutte le altre società qualificate alla fase due del massimo campionato regionale di calcio, c’è ancora tanto da attendere almeno fino al 21 Giugno, il giorno della decisione.

Il comunicato del CONI

“La Prima Sezione del Collegio di Garanzia, all’esito della sessione di udienze tenutasi in data odierna, presieduta dal prof. Sanino, con riferimento al ricorso presentato dalla ASD U.S. Agropoli contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio, la Lega Nazionale Dilettanti, il Comitato Regionale Campania FIGC-LND e la ASD Buccino Volcei Calcio avverso la decisione della Corte Sportiva di Appello Territoriale presso il Comitato Regionale Campania FIGC-LND, resa con dispositivo sul C.U. n. 5/CSAT del 26 maggio 2021 e con motivazioni pubblicate sul C.U. n. 6/CSAT del 28 maggio 2021, con la quale, nel respingere il reclamo proposto dalla odierna ricorrente, è stata confermata la decisione del Giudice Sportivo Territoriale presso il Comitato Regionale Campania, pubblicata sul C.U. n. 9/GST del 12 maggio 2021, che, in accoglimento del ricorso proposto dalla ASD Buccino Volcei Calcio, aveva inflitto all’Agropoli la sanzione della perdita della gara Agropoli – Buccino del 2 maggio 2021 con il risultato di 0-3, a causa della partecipazione in posizione irregolare del calciatore Filippo Manzi”.

“Preso atto della rinuncia, formalizzata all’udienza dell’11 giugno 2021 (già fissata per l’esame dei soli profili cautelari), all’istanza cautelare proposta dalla ricorrente con il ricorso introduttivo, accettata dalla resistente, e preso atto rinuncia ai termini per lo scambio di ulteriori difese scritte”.

“Considerata altresì la disponibilità delle parti alla fissazione immediata dell’udienza di trattazione nel merito;
ha disposto di non doversi provvedere sull’istanza cautelare ed ha rimesso le parti all’udienza per la trattazione nel merito del ricorso, che si terrà in data 21 giugno 2021, alle ore 14,00; ha, altresì, concesso termini per l’ulteriore deposito di difese scritte sino al 16 giugno 2021″.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P