Serie B, il patron dell’Ascoli chiede di fermare il campionato

- Advertisement -

PULCINELI ASCOLI PESCARA – L’ASL di Pescara, notizia di oggi, ha fermato l’attività agonistica del Delfino fino al prossimo 26 Aprile, non permettendo di fatto alla squadra di Grassadonia di giocare le partite contro Entella, Cosenza e Reggiana (tre scontri diretti, tra l’altro) a causa delle positività al COVID emerse in questi giorni. Massimo Pulcinelli, patron dell’Ascoli, ha detto la sua ai microfoni di picenotime.it: “Se vogliamo mantenere intatta la regolarità del campionato sono del parere che, dopo quanto successo a Pescara, il torneo vada fermato. Urge un Consiglio di Lega sul tema, prima possibile. Può andar bene giocare questa giornata, la 34esima, ma poi tutto deve essere fermato altrimenti sarà un campionato totalmente irregolare“.

Convocata per domenica la fondamentale Assemblea Ordinaria di Lega (il Consiglio si è già riunito nella giornata di ieri), come apprendiamo dal seguente comunicato ufficiale: “In conformità alle vigenti disposizioni statutarie, l’Assemblea Ordinaria della Lega Nazionale Professionisti Serie B è convocata in via d’urgenza, vista l’incidenza della situazione epidemiologica sullo svolgimento della competizione, per sabato 17 aprile 2021 alle ore 15,00 in prima convocazione e, occorrendo, in seconda convocazione per Domenica 18 aprile 2021 alle ore 15,00 per discutere e deliberare in merito agli argomenti contenuti nel seguente
ORDINE DEL GIORNO
1) Campionato Serie BKT s.s. 2020/2021: valutazioni e determinazioni conseguenti
“.

- Advertisement -

Articoli correlati

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi l'articolo

Speciale Europei

Gli ultimi articoli

Newsletter

Subscribe to stay updated.

P