Presentata una mozione contro l’attaccante del Brescia, Balotelli che nel bel mezzo della partita con l’Hellas Verona ha calciato un pallone contro la tifoseria avversaria abbandonando il campo. Il giocatore ha dichiarato di aver ricevuto degli insulti razzisti e preso dai bollenti spiriti ha calciato il pallone.

Balotelli diffidato, contro di lui si agirà legalmente e contro “tutti coloro che attaccano la città diffamandola ingiustamente”

Il sindaco Sboarina non ci sta e diffida formalmente Balotelli per aver creato un caso inesistente di razzismo, dal momento che solo lui ha sentito questi insulti.

Nella mozione si legge:

  • Nessuno presente nello stadio udiva ululati razzisti
  • Né il pubblico presente né la panchina del Brescia
  • Né i giornalisti e nemmeno i professionisti della piattaforma Sky a bordo campo
  • Iniziava da subito una campagna mediatica contro la città di Verona

Eccovi il documento in questione

Il sindaco Sboarina ha inoltre aggiunto:

“È una tutela dell’immagine della nostra città. Perché uno deve ritenere Verona una città razzista? Si prenderà le sue responsabilità. Eravamo allibiti. L’arbitro ha ammonito Balotelli, non ha sospeso la partita. Dai filmati si sentono solo fischi, la notizia non esiste, è stata montata e costruita sul nulla, è kafkiana”.

Nessuno ha sentito niente. Vero è che condanno ogni forma di razzismo, ma deve esserci qualcosa da condannare. Non so cosa possa aver sentito Balotelli, so che nessuno ha sentito ciò che ha sentito lui. Se non avesse calciato quella palla, nessuno avrebbe detto nulla”.

Insomma ancora una volta Balotelli al centro di polemiche per il suo brutto carattere. Alla base c’è che è un professionista ma si comporta da dilettante.

Potrebbe interessarti

Juve, presentata la nuova maglia: più bianco, righe più larghe pennellate con intarsi in oro

Sabato contro la Roma, il club bianco nero debutterà con la nuova casacca ufficiale che pr…