Portici, funziona la cura Condemi. Gli Azzurri conquistano i tre punti in risposta alle quattro sconfitte consecutive, dopo che la società aveva optato per un cambio in panchina visti gli ultimi risultati deludenti. Ecco Carmelo Condemi, ex allenatore di Battipagliese e Sarnese che sostituisce Alessandro Mattiacci. La società azzurra, dunque, corre ai ripari per puntare alla salvezza. Oltre al cambio in panchina, infatti, gli azzurri avevano annunciato l’acquisto di tre giocatori: Bationo, Kamana e Franck Cedric.

Prima della gara contestazione dei tifosi all’esterno del San Ciro. Gli ultras vesuviani con uno striscione appeso all’esterno dello Stadio mostrano tutto il loro dissenso nei confronti dell’operato della società. Ecco il contenuto dello striscione: “Falsi proclami e tante illusioni con scarsi risultati e troppe delusioni. La vostra incompetenza ci sta portando in Eccellenza.”

Uomo partita del derby contro il Sorrento un ritrovato Vincenzo Maione. I vesuviani sono stati orfani dell’attaccante classe 1994 per buona parte di stagione, a causa di problemi muscolari. Nella sfida contro il Sorrento dopo aver subito per due volte la rete del pareggio, gli uomini di Condemi portano a casa i tre punti proprio grazie alla rete di Maione al minuto 86.

Cronaca della partita

A farla da padrona durante la prima frazione di gioco è la volontà di rivalsa degli azzurri. Il più pericoloso dei vesuviani è Salvatore Elefante, che già al 4′ impensierisce Scarano che respinge il tiro nell’angolino basso. La spina nel fianco per il Portici è Vincenzo Liccardi, che al 17′ su contropiede spedisce di poco alto ed un minuto dopo con un cross insidioso al centro mette in difficoltà la difesa azzurra. La rete del vantaggio del Portici arriva alla mezz’ora: Schiavi scambia con Scala sulla destra e mette al centro per Grieco che spedisce in rete il vantaggio degli azzurri. Al 38′, però, il direttore di gara assegna un rigore per gli ospiti per tocco di mano in area: Sandomenico realizza la rete del pareggio rossonero. La gara è molto aperta e le squadre lunghe considerato che a nessuna delle due formazioni serve il pareggio.

Nella seconda frazione Scarano restituisce il favore agli avversari: dopo una situazione confusionaria in area il portiere del Sorrento atterra Bisceglia e l’arbitro assegna un rigore in favore dei padroni di casa: bravo Prisco a spiazzare Scarano e portare nuovamente i suoi in vantaggio. Ai due terzi di gara Grieco ha l’opportunità di chiudere il match a tu per tu con il portiere avversario ma al suo tiro mancano potenza ed angolazione. Ancora Portici al minuto 24, quando Nappo sfiora la rete da calcio di punizione, specialità della casa. Al 69′ il pareggio degli ospiti: Mezavilla prende posizione in area e sfrutta un ottimo cross per ribadire in rete con un colpo di testa. Colpevole la difesa azzurra che rimane a guardare.

La svolta definitiva arriva con l’ingresso del bomber Vincenzo Maione. Il classe 1994 sfrutta la prima occasione che gli capita sui piedi dopo una respinta di Scarano e realizza la rete che regala tre punti fondamentali per la corsa salvezza degli azzurri. La partita si chiude con l’espulsione di Gargiulo per aver spintonato Bisceglia. Il Portici vince il derby e rilancia la corsa salvezza.

Lotta per la salvezza: la classifica

Grazie a questa vittoria il Portici sorpassa momentaneamente la Puteolana e si porta a quota 22 punti. La rincorsa per la salvezza rimane complicatissima, con davanti il Gravina a quota 23 con due partite in meno e la Puteolana ultima della piazza con 20 punti all’attivo e due partite in meno. Risposte importanti potrebbero arrivare fra due turni, quando il Portici dovrà affrontare proprio la Puteolana. Gli uomini di Condemi proveranno a fare punti già nella prossima sfida in terra pugliese contro il Taranto primo in classifica.

Potrebbe interessarti

Portici, poker nel derby contro la Puteolana: salvezza ora più vicina

Il Portici batte la Puteolana e si aggiudica il derby fondamentale in chiave salvezza. Gli…