Il nuovo corso del Portici 1906 è stato inaugurato e con esso anche i nuovi interpreti che faranno parte del progetto. Il nuovo tecnico biancazzurro Mimmo Panico si presenta alla città di Portici mostrando fin da subito una grande umiltà ed una gran voglia di fare bene: “Ringrazio la società per aver puntato su di me e ai tifosi dico che lavoreremo ogni giorno per il bene del Portici. Ringrazio Volla per gli anni passati insieme. Il Portici mi darà un’opportunità diversa, sono giovane e ambizioso, li ringrazio per aver accettato anche tutto il mio staff. Mi hanno voluto fortemente con eleganza”.

Il giovane tecnico ha poi voluto ringraziare Alessandro Mattiacci per il lavoro svolto fino alla pausa dovuta al lockdown: “Voglio ringraziare anche Mattiacci che ha traghettato la squadra prima di me in un momento complicato per tutti. A lui vanno i miei migliori auguri”.

Panico si è poi concentrato sugli obiettivi per la prossima stagione: “Bisogna valorizzare i giovani, ma verrà qualcuno di più esperto. Vogliamo dare continuità, la squadra era stata costruita bene e siamo sulla stessa linea”.

Le parole dei presidenti

Come già dichiarato dal direttore Alessandro Amarante in esclusiva a Il Corriere del Pallone, vi sono due nuovi soci all’interno della società, che affiancheranno il lavoro dei Presidenti Noia e Ragosta: “Portici è un gran serbatoio sportivo, a pochi chilometri da Napoli, crediamo molto in questo progetto. E il nostro occhio andrà a tutti gli aspetti fondamentali, non solo al campo. Partiremo dalla scuola calcio, dai nostri ragazzi, vogliamo seguirli ed essere con loro dentro e fuori gli allenamenti, dalla scuola alle famiglie. Abbiamo tante iniziative che vi sveleremo nelle prossime settimane. Il nostro obiettivo è riconnetter i porticesi con la squadra, non possiamo fare a meno della comunità”. Questo il messaggio lanciato dal nuovo Presidente Antonio De Luca.

Quest’ultimo come già ribadito andrà a coadiuvare il lavoro del Presidente Ragosta, il quale ha così commentato il nuovo corso porticese: “Spazio ai giovani, ma ci siamo anche noi a dare una mano. Mi fa piacere ricordare che dieci anni fa questa società non esisteva più e invece guardate dove siamo oggi”.

Insieme ad Antonio De Luca entra a far parte della società in qualità di Presidente anche Roberto Iacono, che ha così commentato la sua nuova avventura: “Ho scelto Portici per le persone e per l’amicizia con i Presidenti Noia e Ragosta, oltre al Direttore Amarante. Entriamo per portare una ventata di giovinezza. Difficile fare meglio di chi da anni si alterna tra promozioni e play off. Cerchiamo di creare una società solida. Il mister rappresenta la ciliegina sulla torta del progetto che intendiamo creare”.

Dunque il nuovo progetto porticese sembra essere a dir poco ambizioso. La sensazione è che nei prossimi giorni diversi colpi di livello possano essere ufficializzati. Nel frattempo la nuova società si gode la forte voglia di fare bene di un tecnico giovane come Panico.

Potrebbe interessarti

Ancora Portici sul mercato: firma un centrocampista ex Nola

Il Portici 1906 pesca ancora dalla D: questa volta firma un classe 1999. Si tratta di Genn…