Al termine della gara fra Portici e Lavello, il presidente azzurro Lorenzo Ragosta è intervenuto in conferenza stampa in relazione alla gestione del direttore di gara. In particolare, Ragosta si è soffermato sulla “inspiegabile” decisione di assegnare soltanto due minuti di recupero al termine della gara, nonostante le reiterate perdite di tempo. Queste le parole del Presidente del Portici: “Non mi sono mai espresso in merito alla prova degli arbitri, ma oggi ci ho capito davvero poco. Ammesso che il rigore in loro favore ci fosse, al netto di qualche episodio dubbio anche nella loro area. Parliamo di una gara continuamente spezzettata nella seconda frazione di gioco, con tanto di ammonizione al portiere lucano per perdita di tempo. Inoltre ci sono state ben 11 ammonizioni e 9 sostituzioni. Alla fine della gara il direttore ha assegnato soltanto due minuti di recupero. Credo sia successo qualcosa di oggettivamente inspiegabile. Pretenderei anche più rispetto da chi viene ad arbitrare a Portici. Ho sempre trattato i direttori di gara con educazione e vorrei che anche dall’altra parte fosse così”.

La classifica

Il Patron porticese è poi intervenuto in merito alla situazione di classifica della sua squadra, terzultima in classifica con tre partite da recuperare: “Non abbiamo più tempo. La situazione si sta facendo sempre più preoccupante e  stiamo correndo dei rischi superiori rispetto a quanto pensassi. Purtroppo abbiamo una rosa falcidiata, ma nonostante questo abbiamo giocato anche con una situazione difficile relativa al covid. Domenica la partita contro l’Aversa sarà decisiva, in quanto se dovessimo sbagliare contro l’Aversa non potremo permetterci altri errori“.

Potrebbe interessarti

Campania zona arancione dalla prossima settimana, De Luca: “riapriremo i ristoranti di sera”

Vincenzo De Luca ha parlato del possibile cambio di colore della regione Campania. Il gove…