PORDENONE – JUVE STABIA 2-1

Pordenone (4-3-1-2): 22 Di Gregorio; 29 Almici, 6 Barison, 26 Bassoli, 20 Gasbarro; 21 Misuraca, 8 Burrai, 24 Pobega; 7 Gavazzi (86’ 18 Mazzocco); 9 Strizzolo, 28 Bocalon (55’ 13 Ciurria). All.: Tesser

Juve Stabia (4-3-3): 22 Provedel; 28 Vitiello, 35 Tonucci, 20 Troest, 3 Ricci; 5 Calò, 19 Addae, 30 Mallamo (82’ 23 Germoni); 7 Melara (56’ 18 Canotto), 9 Rossi (65’ 11 Bifulco), 8 Di Mariano. All.: Caserta

Arbitro: Illuzzi di  Molfetta

Ammoniti: 4’ Calò (JS), 6’ Mallamo (JS), 25’ Burrai (P), 47’ Tonucci (JS), 55’ Gavazzi (P), 60’ Gasbarro (P), 76’ Addae (JS), 95’ Germoni (JS)

Reti: 32’ Gavazzi (P), 74’ Di Mariano (JS) rig., 83’ Strizzolo (P)

La partita

Vince due a uno il Pordenone la sfida contro la Juve Stabia. Le ultime due giornate, con un solo punto conquistato, hanno riportato in basso i giallo blu, per un’altalena di classifica che durerà, speriamo con esito positivo, fino a fine torneo.

I padroni di casa friulani a lungo sono stati i primi inseguitori della capolista Benevento, poi hanno avuto un periodo di crisi di sei gare con quattro sconfitte, prima di ritornare alla vittoria nell’ultimo turno per consolidare la posizione negli spareggi.

Il primo tempo è equilibrato, giocato tra le due aree con intensità ma poche emozioni, fino alla mezzora circa, quando Gasbarro dalla sinistra indovina un cross morbido trasformato in gol da un colpo di testa di Gavazzi, per il vantaggio dei padroni di casa con cui si chiude la prima frazione.

Nella ripresa si accentua il possesso palla offensivo dei campani, cui però manca la conclusione, patendo oltremodo l’assenza dello squalificato bomber Forte.

Il Pordenone si affida al contropiede, i tentativi ospiti sono premiati a un quarto d’ora dal termine con un rigore procurato da un fallo di Gasbarro sul neoentrato Canotto e trasformato da Di Mariano. Il pareggio sembra un risultato giusto, ma i giallo blu patiscono il gioco aereo e a una manciata di minuti dal termine subiscono gol, ancora di testa, da Strizzolo sugli sviluppi di un corner battuto da Burrai, che sigilla la vittoria dei padroni di casa.

Potrebbe interessarti

Sibilia: “Non siamo solo squadre e campi di calcio”

Tra le tante cose che la pandemia da coronavirus ha imposto all’uomo c’è anche quella dell…