La PlayStation 5 è realtà: da oggi è possibile ricevere la console di nuova generazione della Sony. Tantissimi fan dei video game avevano segnato in rosso la data del 19 novembre, Day One dell’uscita in Italia della console giapponese, arrivata qualche settimana dopo rispetto al principale competitor Microsoft con la sua XBox series X.

PS5: pochi pezzi disponibili per il Day One

Tutti gli appassionati sanno che le macchine fornite ai rivenditori sono ben poche rispetto alla richiesta. Per quanto si riesce a capire è proprio un’operazione pensata direttamente da Minato, sede della Sony, per evitare il classico Day One che spesso e volentieri ha regalato resse e lunghe file all’esterno degli store.

Così ai principali megastore d’Italia sono state consegnate solo le console che i clienti hanno acquistato in pre-order. Praticamente impossibile l’approvvigionamento per i piccoli negozianti di elettronica. Il Day One quindi, è diventato semplicemente la consegna delle unità già acquistate nelle scorse settimane. Attesa per oggi la messa in vendita solo online di alcuni store italiani: Euronics, MediaWorld, Unieuro ed il colosso Amazon hanno messo in vendita o metteranno in vendita in giornata la console per i propri utenti virtuali. E comunque in molti casi la consegna è prevista per la metà di dicembre.

Stop alle prenotazioni

Già da qualche settimana non è stato possibile nemmeno prenotare la nuova PlayStation 5, persino nei negozi specializzati come quelli della catena Game Stop. Molte persone testimoniano addirittura che hanno ricevuto il rimborso delle quote versate in prenotazione, perché la nota catena commerciale non riesce a soddisfare l’enorme richiesta ricevuta. E chi ha prenotato più di un pezzo riceverà in giornata soltanto una delle due o più console pre-ordinate.

Lunghe file all’esterno dei megastore

È così che molti fan della PlayStation 5 si sono ritrovati all’esterno dei principali megastore. Siamo stati in giro per la città di Napoli e la provincia per vedere come è stata gestita la situazione in periodo di restrizioni per evitare gli assembramenti.

Game Stop

Il noto store dei videogame, dopo aver liquidato gli utenti per i quali non era possibile consegnare la console in tempi brevi, i vari negozi hanno stabilito degli appuntamenti per il ritiro. Tutto sotto controllo all’interno degli store della catena.

Euronics

Anche qui tutto sotto controllo. Nei noti negozi della catena Tufano gli utenti sono stati diligenti e dopo aver visto più sedi possiamo confermare che l’accesso è stato gestito in maniera perfetta. Probabilmente le prenotazioni sono state gestite alla perfezione, evitando numeri enormi come richiesto da Sony. Complice sicuramente la presenza massiva dei centri Euronics in tutto il territorio napoletano.

Unieuro

Meno positiva la situazione nei negozi di una delle più grosse catene di elettronica sul territorio nazionale. In questo caso gli store non hanno accettato pre-order nelle scorse settimane e questo ha creato più di qualche problema. Dopo aver chiamato nei giorni scorsi vari store della catena, in molti erano (stati) convinti che recandosi in negozio avrebbero potuto acquistare la console, facendo la fila sin dalle prime ore del mattino. Niente di vero, macchine non presenti in negozio e tutti a casa. Nulla di trascendentale, solo poche decine di persone all’esterno di qualche store napoletano. Complice la comunicazione massiva di Sony che già dai giorni scorsi ha chiaramente fatto sapere che la vendita nel Day One è consentita esclusivamente online.

Media World

Più complessa la situazione all’esterno degli store Media World. Qui, anche se la consegna era destinata solo a chi avesse già pre-ordinato la PlayStation 5, gli stessi utenti si sono recati in massa all’apertura degli store. Risultato: lunghe file d’attesa all’esterno dei negozi per chi deve ritirare la propria console e file parallele per i clienti interessati ad altri prodotti in vendita. In particolare vi mostriamo l’esterno dello store di Casoria.

Potrebbe interessarti

Serie D | Gelbison, De Foglio: “Ci aspettiamo una squadra carica”

di Aniello Battaglia Ai microfoni di Radio La Voce di Vallo della Lucania, interviene Jaco…