SCAFATI. La prima reazione ufficiale alla strada dei playout aggiuntivi è giunta dalla Scafatese, che con una nota stampa ufficiale pubblicata su Facebook esprime tutta la propria disapprovazione per tale accaduto.

Dopo la salvezza giunta qualche settimana, il club resta incredulo dinanzi alla possibilità di poter lo stesso retrocedere.

Ecco il comunicato dei canarini

La Scafatese Calcio 1922 comunica che, nella giornata odierna, ha ricevuto dalla FIGC-Campania una notizia a dir poco stupefacente: nella mattinata del 14 maggio, infatti, ben 17 giorni dopo la salvezza conquistata nel play out contro il San Vito Positano e il successivo saluto ai calciatori, la società ha appreso che dovrà DISPUTARE UN ULTERIORE TURNO DI PLAY OUT!

Si tratta di una cosa che ci ha lasciato letteralmente a bocca aperta, precedente unico nella storia del calcio sia professionistico che dilettantistico, che mina la credibilità organizzativa del campionato.

Ci sentiamo inoltre vicini alle altre società, l’U.S. Faiano, la Puteolana e il Real Forio, che come noi si sono ritrovate vittime di questa scellerata decisione: agire in questo modo è una forte mancanza di rispetto nei confronti di queste società che hanno lavorato duramente e fatto enormi sacrifici per poter conquistare, sul campo e entro i giusti limiti, l’obiettivo stagionale.

Non potremmo ritenere equo il risultato di una partita disputata il 25 maggio dopo che tutte le società avevano salutato la loro stagione il 27 aprile, a prescindere da quale sia l’esito. Faremo sentire la nostra voce insieme a quella delle altre società coinvolte, al fine che possano essere preservati i valori dello sport e della giustizia. È giusto che l’impegno e i sacrifici di tutti vengano tutelati.

Potrebbe interessarti

Il Corriere del Pallone vi augura un Buon Ferragosto

NAPOLI. Il Corriere del Pallone, nella figura dei direttori Carmine Testa e  Claudio Musel…